mercoledì 5 luglio 2017

Attaccati al tram

Quando Zoomarine, Luneur, Magicland sono troppo lontani e costosi da raggiungere ecco che arriva ATACLAND il parco divertimenti a misura d'uomo (disagiato)



Tra le innumerevoli attrazioni offerte dal trasporto capitolino oggi vorremmo concentrare la nostra attenzione sulla versione indiana del brucomela. Senza spendere un centesimo basta posizionarsi in fondo ad una delle tante fermate del tram e, quando passa, salire sul gancio posteriore.

L'attrazione è sconsigliata ai bambini che, sebbene accompagnati, hanno meno probabilità di sopravvivere. Stesso consiglio per anziani e deboli di cuore, ci vuole un certo fisico (oltre alla faccia tosta) per questo genere di giostra



Infine il prezzo: è totalmente gratis, il controllore non potrà chiedervi di vidimare un eventuale biglietto visto che per il principio dell'impenetrabilità dei corpi non è possibile raggiungere l'obliteratrice dall'esterno

Arrivederci alla prossima attrazione di ATACLAND



Autore: @ATtACcheteArBus, per Odissea Quotidiana@ATtACcheteArBus, esperto di mala comunicazione Atac, gestisce, con successo l'omonimo Blog AT(T)AC...cati al bus, dove racconta le peggio cialtronate della Comunicazione Aziendale sui social.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.