giovedì 7 luglio 2016

Opinioni sulla Task force

Alla vigilia della nomina di Linda Meleo come nuovo Assessore ai Trasporti del Comune di Roma era uscita l'indiscrezione secondo la quale quest'ultimo sarebbe stato affiancato da una Task Force di esperti di trasporto pubblico. Avevamo chiesto una vostra opinione, queste le prime. Potete continuare lasciando un messaggio qui sotto o inviando una mail a iltrenoromalido@yahoo.it.
Il trasporto pubblico a Roma è da ripensare completamente. Metro da completare, tram da aggiungere su alcune direttrici principali (sia periferiche che centrali), linee bus da razionalizzare e proteggere sempre (ove possibile) con le preferenziali. Dopo decenni di distruzione, nessuno può fare questo da solo, quindi benvenga la task force. Fatta da un giusto mix di esperti studiosi e esperti pratici.
N'artra cavolata no? Con questo criterio si rischia il solito qualunquismo traportistico, tipo la solfa "tram, ciclabili al posto delle metro che costano tanto". Tanto difficile avere a Roma un assessore ai trasporti competente che si avvalga ed ascolti i cittadini per conoscere si il territorio, i suoi problemi ma lasciando le decisioni importanti ai tecnici?
I progetti come le linee metropolitane sono abbastanza complessi. Non basta fare un tunnel sotterraneo e rabberciare qualche stazione. Servono studi di settore, parcheggi, servizi igienici, accessibilità per portatori di handicap, decoro, sicurezza, etc. La soluzione migliore sarebbe costituire un'agenzia per i trasporti urbani sotterranei a livello nazionale, presso il Ministero Lavori Pubblici, che si occupi tra l'altro anche di studi e benchmarking con l'estero
Per i progetti a breve termine ascolterei la rete perchè c'è gente su blog e pagine FB che davvero ne sa molto più dei tecnici e di coloro che lavorano come autisti o in metro. Non darei troppo ascolto ai comitati di quartiere che da sempre si sono dimostrati di essere uno contro tutti. Va ripensata e completata la rete della Metro con qualcosa che percorra il famoso vecchio tracciato dello SDO lungo l'asse Viadotti dei Presidenti-Togliatti-Cinecittà-EUR e creare qualcosa di simile sul lato OVEST della città; cercare di completare l'anello ferroviario, superando Vigna Clara e l'ostacolo del Tevere e dell'Aeroporto dell'Urbe. Cercare di "tamponare" con
la costruzione di grossi parcheggi GRATUITI legati a linee metro e treno per impedire la congestione del traffico in città per il trasporto privato che proviene dall'esterno del GRA. Per le linee bus continuare con una razionalizzazione ragionata (e non tranchant come s'è fatto in molti casi vedi il III e il XIV Municipio) e soprattutto AUMENTARE LE FREQUENZE!
P.S. In trent'anni di utente abbonato ATAC nessuno mi ha mai saputo spiegare perchè in luglio e agosto diminuisca d'ufficio il servizio. Ancora pensano che i bus li prendano solo gli studenti? La gente non va a lavorare nei mesi estivi? Bah...


Ti è piaciuto questo post? Restiamo in contatto, Iscriviti alla newsletter “Il Treno dei Dannati”.

Nessun commento :

.

.