sabato 6 giugno 2015

Metro B - la gestione del disagio

La storia dell'incidente l'avete letta su molti giornali on line e blog, le cause saranno chiarite da una commissione creata da Atac subito dopo l'accaduto - sperando che questa volta non si perdano le scatole nere - abbiamo raccolto le impressioni dei romani (e se il post vi è piaciuto siete delle bruttissime persone, come me del resto), di quello che è stato detto ufficialmente dall'ineffabile (feriti tattici e lieve tamponamento) ci interessa poco o nulla. Quello che vogliamo raccontare oggi è come sia stata gestita l'emergenza da Atac nel pomeriggio e per farlo ho intervistato Carlo (@TreninoBlu - coautore e mente tecnica di #MetroForDummies), che per tornare a casa ha dovuto passare per forza per Magliana e prendere la navetta per Laurentina. Ecco il suo racconto. 

Carlo ci racconti come è stato gestito il servizio della Metro B durante l'interruzione della linea a Magliana, quali disagi si sono creati?

Già da Basilica San Paolo si sentivano gli effetti della chiusura a Magliana,i treni rimanevano fermi più del solito, così come a Marconi la fermata poteva durare anche più di un minuto.

E arrivati a Magliana?

L'esercizio era a binario unico alternato, sfruttando lo scambio prima della Stazione di Magliana per instradare i treni sul binario illegale, fargli fare lo scarico ed il carico dei nuovi passeggeri, per poi ripartire verso Rebibbia o Jonio.

In altre parole hanno usato una sola banchina?

Si una sola.

Ma questo non portava ad un accavallamento di treni?

Per poter eseguire questo servizio a binario unico era necessario che il treno che arrivava a Magliana lasciasse subito il posto a quello successivo.

E sulle banchine cosa succedeva? Come era l'aria?

Scaricati gli utenti a Magliana ho notato che sulle banchine era pieno di agenti Atac che indicavano dove partisse il treno, dove fossero le navette e qui un altro taso dolente.

Come ti è sembrata la gestione delle navette, ho sentito che i tempi da Laurentina a Magliana erano di circa 40 minuti, si faceva prima a piedi

Le navette, pur passando continuamente, si riempivano altrettanto velocemente, questo era il problema

Erano poche?

Almeno venti mezzi, ma mi tengo stretto...

Oltre a questo racconto Carlo ha realizzato un piccolo video dove mostra la Marcia sul binario Illegale della Metro B in prossimità di Magliana

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...