lunedì 4 maggio 2015

#MetroForDummies la Ferrovia Roma-Civita Castellana-Viterbo – parte terza

Terza ed ultima parte del viaggio sulla Ferrovia Roma-Civita Castellana – Viterbo. In questo post vedremo gli ultimi due tipi di treno che circolano sulla linea ed anche un accenno a quali siano i problemi della stessa. Vi do un’indicazione: sono gli stessi che abbiamo noi sulla Roma-Lido, strano vero?

copertina3 [Qui la prima parte]

[Qui la seconda parte]

Alstom

DSCN1113 Chiamati dalla casa costruttrice MRP 236, i convogli Alstom 300 sono 10 treni dedicati al servizio extraurbano. Dotati dei più moderni confort, entrarono in servizio tra il 2002 e il 2007 per sostituire completamente i rimanenti Stanga – Tibb del 1932. Tali convogli seguono il criterio di numerazione dei Firema: il progressivo 300 pari identifica la motrice pilota, il dispari la rimorchiata pilota. Tra motrice e rimorchiata pilota è interlato un rimorchio serie 400, pertanto il primo treno si chiamerà 301-401-302, il secondo 303-402-304 e via scorrendo. Si tratta di treni bloccati, le cui carrozze non possono essere separate.

Di questa serie un treno è fermo in riparazione a seguito all’incidente di La Celsa.

Freccia Beta Flaminia

DSCN1007 Sempre in vista di un continuo ampliamento e ammodernamento del parco rotabili, nel 2007 Me.Tro decise di acquistare 10 ulteriori treni: 5 per il servizio urbano, 5 per il servizio extraurbano. I “BETA2 – Freccia Flaminia” avrebbero dovuto avere l’assetto Mp+R+Mp e con piccole differenze sulla configurazione dei sedili e il numero di porte, maggiori per i treni urbani. I convogli non furono mai realizzati a causa del tracollo finanziario della Firema, l’azienda che 30 anni prima aveva realizzato i primi convogli per il servizio urbano.

Ad oggi il problema principale della Roma – Nord è, appunto, la mancanza di un parco rotabili in numero adeguato alla lunghezza della linea. Per garantire gli attuali orari di esercizio, la quasi totalità dei 20 treni deve essere disponibile. La pochezza di materiale rotabile costringe quotidianamente gli operai delle due officine di linea (“Acqua Acetosa” e “Catalano”) a fare revisioni in tempi record, con dei veri e propri salti mortali.

Guarda caso proprio gli stessi che abbiamo noi sulla Roma-Lido: la pochezza – in tutti i sensi – del materiale rotabile, Una cosa curiosa se si pensa che la proprietà è la stessa…

 


#MetroForDummies è una rubrica periodica creata da @iltrenoromalido e @treninoblu che tenta in maniera semplice di spiegare tutto ciò che attiene al mondo metro, in modo da far capire alla maggior parte degli utenti la complessità che ogni mattina affrontano.
Lo scopo principale è che la conoscenza e l’informazione rendano gli utenti più pazienti.

Metro

Se vuoi puoi rileggere tutti gli articoli di #Metro4Dummies, clicca qui. Buona lettura!

Nessun commento :

.

.