giovedì 13 febbraio 2014

Di cosa si occupa l'#Atac

Mentre tutto crolla (oggi problemi su tutte le ferrovie concesse, continui aggiornamenti operativi, stazioni invase dalla mondezza) i vertici dell'atac cosa fanno? Un altro bel provvedimento disciplinare per Micaela Quintavalle, rea di aver leso sto cazzo di Decoro Aziendale (as usual) - Mi raccomando sempre sul pezzo eh!!!
 


La mia opinione l'avevo già espressa, non mi ripeto

Da: Romait

"Ai sensi e per gli effetti delle disposizioni disciplinari, Le contestiamo i fatti di seguito specificati": così recita il provvedimento disciplinare, recapitato a Micaela Quintavalle, autista Atac e fondatrice del sindacato degli autoferrotranvieri Cambia-Menti M410.

Il primo provvedimento disciplinare, era stato irrogato in data 23 dicembre 2013 in quanto, secondo l'azienda, Micaela Quintavalle prendeva parte alla trasmissione serale del 2 dicembre di Rai1, "Porta a Porta", "senza essere autorizzata dalle funzioni aziendali competenti, rilasciando peraltro dichiarazioni lesive del decoro di Atac Spa, dei vertici aziendali e dei Suoi diretti superiori".

 A questo, si aggiungono, "nonostante il provvedimento adottato" - come si legge nel testo del provvedimento disciplinare - altre partecipazioni a programmi televisivi nel mese di gennaio 2014, "in cui veniva qualificata come dipendente di Atac Spa, senza aver richiesto alcuna autorizzazione". E in particolare, l'azienda, si riferisce alle trasmissioni televisive del 20 gennaio 2014 (ore 23.30, RaiNews24) e del 22 gennaio 2014 (TeleRoma56). In queste circostanze, la Quintavalle avrebbe nuovamente denigrato il decoro dell'Azienda.

Immediata la risposta di Micaela: "Un nuovo provvedimento disciplinare contro di me. Questi signori farebbero meglio ad ascoltare oltre che sentire le trasmissioni. A RaiNews24 sono stata presentata come autista di trasporto pubblico (e non come dipendente Atac, quindi, ndr) e a TeleRoma56 indossavo la felpa universitaria.

Questa azienda è vergognosa, questi dirigenti sono vergognosi. Lo andassero a dire alle centinaia di cittadini disabili che su tutti i bus ci sono le pedane. Tutte le mie dichiarazioni sono frutto di notizie lette sui giornali.

Lasciateci stare, a noi cittadini e a noi lavoratori. O nel pieno rispetto della legge e delle regole vi scateneremo una guerra che non sognate neppure".

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.