lunedì 16 dicembre 2013

Cari Marino e Tassone, torno a scrivervi di Ostia Antica – E’ scuccessa una cosa gravissima

 

Il ritmo della serata è lento, tranquillo, come solo una domenica sera sa essere. Il pensiero è rivolto a godersi gli ultimi scapoli del week end che sta finendo e pensare alla nuova settimana che si presenta davanti a noi, l’unica nota negativa è la sveglia che va puntata un pò in anticipo rispetto al solito causa sciopero, ma una nuova pagina della storia della Roma-Lido è appena stata scritta.

Ed è una di quelle pagine da brividi…

Un passeggero, un uomo, ha avuto un infarto sul treno, mentre era presso la Stazione di Ostia Antica.

E’ brutta? Ma il peggio deve ancora venire… Ovviamente è stata chiamata l’ambulanza, presumo dal Grassi, perchè in circa 10 minuti era li, dal lato opposto della banchina, a pochi metri dalla persona, bastava solo fagli attraversare la stazione prendendo gli ascensori… ma quei cazzo di ascensori erano fuori uso!

Da qui in poi, raccogliendo frammenti di informazioni da chi ha visto o sentito, posso solo immaginare l’attesa del passaggio dei due treni, non proprio due minuti, poi la sosta del traffico (almeno spero) ed il tentativo di passaggio della barella attraverso i binari, ma la barella non può attraversare i binari, non si possono scavalcare, sono troppo alti…

In questo momento è quasi mezzanotte e non ho notizie della persona, questo dovrebbe essere una buona notizia, per lui sopratutto, almeno non è morto ma anche per le persone che erano li a cercare di soccorrerlo, i professionisti, ma anche i macchinisti, che di mestiere guidano treni, non salvano vite.

Si, sono gli stessi che malediciamo ogni maledetto treno che prendiamo, ecco io stasera non avrei mai cambiato il mio posto di lavoro con il loro, voi si? Se no ricordatevelo domani mattina, quando bestemmierete (perchè lo farete) per le corse in ritardo e lo sciopero incombente…

Questi più o meno i fatti, di commenti non ne voglio fare, voglio solo ricordare che, sebbene per altri motivi, il 22 agosto scorso avevo scritto un post intitolato “Lettera a Marino e Tassone su Ostia Antica”, dove scrivevo che era assurdo che una possibile fonte di guadagno (gli scavi) avessero una stazione agghiacciante. Sono state fatte riunioni, verifiche, dichiarazioni…

Non è stato fatto nulla…

La verità è che questa linea e relative stazioni, sono gestite come se non ci fosse un domani, da persone che stanno li a fare… giuro io non lo so.

Con il rispetto delle persone in questione, questo è quello che appare da fuori. Niente.

Un ultimo pensiero per Atac: Scusate, dove lo vedete voi il Decoro in tutto ciò?

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...