share Odissea Quotidiana: Nuovo stadio della Roma: arrestati politici e imprenditori

Nuovo stadio della Roma: arrestati politici e imprenditori

Nove arrestati per associazione a delinquere finalizzata a condotte corruttive. La contrarietà sull’opera da parte del Coordinamento comitati di quartiere del litorale



[ Il Faro ] Roma – Ci sarebbero politici e imprenditori tra i nove arrestati dai Carabinieri nell’ambito dell’indagine su un’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di condotte corruttive nell’ambito delle procedure connesse alla realizzazione del nuovo stadio della Roma. Dalle prime luci dell’alba, i militari del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Roma stanno eseguendo la misura cautelare.

L’indagine è coordinata dalla Procura della Repubblica capitolina che avrebbe individuato, oltre alla corruzione, anche una serie di reati contro la Pubblica Amministrazione, nell’ambito delle procedure connesse alla realizzazione del nuovo stadio della A.S. Roma calcio. I militari stanno eseguendo gli arresti emessi dal Gip: per 6 indagati è stata disposta la custodia cautelare in carcere, per 3 gli arresti domiciliari.

Ad anticipare la presenza di politici ed imprenditori nell’elenco degli arrestati è l’agenzia Ansa delle ore 6,56 di questa mattina.

Proprio ieri, martedì 12 giugno, il Coordinamento Comitati di quartiere del X Municipio aveva espresso una lunga serie di elementi contrari alla realizzazione del nuovo stadio nella zona di Tor di Valle. In sintesi i comitati di quartiere del litorale accusano che “Il X Municipio, grande escluso tra i soggetti coinvolti nel percorso consultivo avviato per il progetto del nuovo stadio della Roma in località Tor di Valle (ovvero del Business park, considerato che ospiterà non soltanto le partite dello stadio, ma tutto un insieme di dipendenti e mezzi per il trasporto merci attivo 365 giorni l’anno), non solo non trarrà alcun beneficio da questo progetto, ma accoglierà solo svantaggi in termini di mobilità e viabilità. L’abbandono dell’idea iniziale di creare una diramazione della linea B della metropolitana per raggiungere l’area di Tor di Valle, l’assenza di finanziamenti per il ponte di Traiano e l’unificazione della Via del Mare con l’Ostiense soltanto nel tratto da Marconi a Tor di Valle, comporteranno l’inevitabile ripercussione sia sul traffico veicolare  sia sulla tratta del treno Roma Lido”.

Uno scenario poco rassicurante per i cittadini del decimo municipio, che da anni già subiscono disagi e disservizi e che vedrebbero vanificate le giuste aspettative di un miglioramento della qualità di vita. Senza dimenticare i dubbi suscitati dalle possibili conseguenze idrologiche ed ambientali che la realizzazione del  Business Park potrebbe comportare anche nel Municipio X, intervenendo con 200.000 mq di cemento in  un’area  alto  rischio idraulico ( R3 R4)”.


Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Nessun commento: