domenica 16 aprile 2017

Treni storici Atac - Fermate le demolizioni

Treni storici Atac - per fortuna le demolizioni sono state sospese - Nel frattempo anche la Segreteria del Sindacato SUL interviene sulla vicenda delle demolizioni: “Troviamo sconcertante il comportamento dell’Azienda che non tiene conto della mozione votata”



Da Sferragliamenti dalla Casilina


Dopo tre giorni di ininterrotta protesta, numerose mail, telefonate e invocazioni, le demolizioni dei treni MR oggi sembrano essersi fermate.

L'assessore ai trasporti Linda Meleo e il presidente della Commissione Mobilità, che ringraziamo per aver accolto questa istanza, hanno dato mandato ad Atac di fermare qualsiasi ulteriore attività di accantonamento.

Adesso sta a noi prepararci per il prossimo incontro con l'azienda per presentare la nostra proposta per tutelare la Storia dei nostri Trasporti. Bisognerà innanzitutto recuperare le 2 vetture MR200 indebitamente sottratte nel corso di questi giorni e valutare lo stato del parco rotabili.

Potete accedere al #ProgettoMR cliccando sull'immagine:



In ragione della sempre più stretta collaborazione tra appassionati abbiamo altresì fondato il Comitato per la salvaguardia del Trasporto Storico di Roma e del Lazio, il TSRL, con il quale vi aggiorneremo sulle attività in corso per la tutela dei treni storici atac.



Augurandoci di aver contribuito anche in minima maniera ad aver cambiato nuovamente il destino di questi mezzi, vi facciamo i nostri auguri di buona Pasqua.

Senza un passato non si costruire un futuro: la nuova vita dei treni storici MR comincia oggi!


Dal sito del Sindacato Sul - Treni storici Atac, SUL: “Il Campidoglio fermi le demolizioni”

“Ci uniamo agli accorati appelli lanciati dalle associazioni e dai comitati, non solo del settore, e chiediamo formale intervento dell’Amministrazione affinché sospenda le demolizioni dei convogli storici, messe in atto da Atac SpA negli ultimi giorni al deposito metroferroviario di Magliana Nuova”. Così in una nota il Segretario del SULCT Renzo Coppini. 

“Troviamo sconcertante il comportamento dell’Azienda che, senza indugi o risentimenti di sorta, sta sottraendo alla collettività un patrimonio di notevole rilevanza storica e culturale, testimonianza dello sviluppo di Roma e del Lazio. Beni che il Campidoglio ha il dovere di tutelare, soprattutto in virtù della mozione licenziata all’unanimità dall’Assemblea Capitolina”.

“Martedì prossimo, 18 aprile, è prevista una visita dell’assessora Meleo al deposito di Magliana. La invitiamo a porre in essere qualsiasi iniziativa capace di salvare la memoria collettiva dalla distruzione e di rendere accettabile il lavoro dei tecnici delle officine. Una sintesi è possibile, del resto è esiguo il numero delle carrozze storiche da preservare, basta solo confrontarsi con le associazioni”. 

“Esiste un progetto di massima e sono disponibili specifici fondi europei cui attingere – cultura, turismo e mobilità sostenibile. E sono gli stessi che sta adoperando Fondazione FS e che altresì permette all’ATTS di preservare i tram storici italiani. In considerazione di questo, la nostra Segreteria intende anche sostenere la creazione di una fondazione Atac che tuteli la memoria. Comunque è preoccupante ciò che sta accadendo, con l’implicito assenso della Regione Lazio, proprietaria dei convogli”.

“Non siamo abituati a scrivere tanto per farlo”, conclude il Segretario Coppini, “quando crediamo in un argomento, andiamo fino in fondo, sino al raggiungimento degli obiettivi. Lo abbiamo dimostrato. A nostro parere, la nostra storia, le nostre radici non possono andare perdute, ed è per questo motivo che non siamo rimasti silenti davanti a tale scempio”.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.