giovedì 6 aprile 2017

Lo stano caso degli Urbanway di Roma

Non molto tempo fa avevamo denunciato di come 40 dei 150 nuovi bus urbanway si trovassero ancora nel concessionario Iveco "Romana Diesel" - Abbiamo sollecitato l'assessore Meleo per cercare di sbloccare questo stallo inaccettabile, soprattutto per Atac la cui flotta sta andando in fumo. Letteralmente - La risposta di Enrico Stefàno e la tempistica di consegna



Da Sferragliamenti Dalla Casilina
 
Già due settimane fa avevamo denunciato di come 40 dei 150 nuovi bus urbanway si trovassero ancora nel concessionario Iveco "Romana Diesel".
 
Con grandissimo disappunto stiamo constatando, attraverso il monitoraggio via AVM dei mezzi, che la situazione è rimasta pressochè immutata.
 
Abbiamo nuovamente sollecitato l'assessore Meleo e il presidente della commissione mobilità Stefàno per sbloccare questo assurdo stallo. E' assolutamente inaccettabile che quasi un terzo delle vetture che dovevano entrare in servizio entro fine febbraio sia ancora fermo per la mancanza dei soldi necessari per l'immatricolazione o l'assicurazione, specialmente in un azienda come l'Atac, il cui parco mezzi sta andando letteralmente in fumo.
 
Per approfondire: La notte del trasporto pubblico a Roma
 
La sindaca Raggi ha dichiarato di necessità di dover "cucinare" il trasporto pubblico con le risorse disponibili, ma appare contraddittorio annunciare il rewamping di 60 minibus (iniziativa che, tra l'altro, ha prodotto solo sprechi e risultati fallimentari nel recente passato aziendale) quando si hanno una quarantina bus "freschi" fermi per futili motivazioni.
 
La Giunta ha il grande merito di aver fatto ripartire i filobus del 2009, adesso faccia circolare con tempestività gli ultimi Urbanway
 
La risposta di Enrico Stefàno non si è fatta attendere 

Salve a tutti, allora la situazione è la seguente. Il fornitore si era impegnato ad anticipare i tempi di consegna previsti dal contratto. Successivamente però alcuni ritardi nei pagamenti da parte di ATAC hanno portato il fornitore a ritornare ai tempi previsti originariamente, ovvero la scadenza ultima di fine aprile, entro quando verranno consegnati gli ultimi mezzi.

In pratica Atac non ha pagato in modo da avere una fornitura anticipata, per cui il programma di consegna rimane inalterato.

Attendiamo fine aprile
 
 

1 commento :

Paolo De Luca ha detto...

grazie per il pressing

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.