lunedì 13 marzo 2017

Roma-Lido: Il Comitato pendolari incontra Atac

A fine febbraio c'è stata una riunione tra il Comitato Pendolari della Roma-Lido, l'Atac e la Commissione Moblità del Comune di Roma. Vediamo come è andata. Spoiler: Guarda l'elenco dei punti aperti in fondo al post e rabbrividisci.



Resoconto riunione Roma Lido di Matteo


Luogo:  locali della Dirigenza Centrale Operativa di Acilia -  Data: 27/2/2017 - Ore 8.30 circa

Partecipanti:
  • Comune: E. Stefàno  (presidente della commissione mobilità) e P. Ferrara (il capogruppo Cinquestelle) per metà riunione.
  • Atac: Castaldo (resp. di linea), Giraudi (resp. Metroferro),Direttore, Nicastro (direttore di esercizio), Pallini (resp. programmazione), Ranzone (comunicazione)
  • Comitato Pendolari Roma-Lido: Matteo Barile, Maurizio Messina, Roberto Spigai
  • Coordinamento Comitati Entroterra X Municipio: T. Leardi, A. Portone, A. Shiavon 
  • CDQ Acilia Sud M.S. Paolo: E. Pietrosanti
  • Associazione Ostia in Bici:  A. Barsocchi
  • Associazione Viviamo Vitinia: P. Badessi
  • Un cittadino membro del CDQ Acilia Sud
Precisando che non si è trattato di un sopralluogo, ma di una riunione il cui scopo è stato quello di dare un seguito alla Commissione sula mobilità dello scorso 25/1 , l’incontro ha toccato i seguenti punti:

1) stato copertura corse e modalità di monitoraggio

Giraudi e Castaldo hanno dichiarato che la percentuale delle corse effettuate sulle corse programmate (al netto degli scioperi) è salita dal 95% di dicembre al 97% di febbraio e che questa maggiore disponibilità sta consentendo l'effettuazione della corsa straordinaria delle 8:10 da Acilia. Secondo Atac,  questo miglioramento è motivato principalmente dall'avvenuta sostituzione del personale andato in pensione nel 2016,  e  da una maggiore affidabilità dei materiali rotabili [anche se i treni a disposizione sono massimo 11 su un fabbisogno di 9/10 e degli 8 MA200 solo 4 sono in linea, nonostante il programma di manutenzione pilotata in corso da luglio scorso, ndr].  E’ stato inoltre dichiarato che attualmente si stanno svolgendo dei corsi di formazione per macchinisti, al fine di aumentare il personale disponibile.


A supporto dei dati dichiarati, Pallini di Atac ha illustrato il funzionamento dei sistemi che consentono il controllo dei treni in servizio e la programmazione delle corse, e ha tenuto a precisare che si tratta di piattaforme integrate e altamente affidabili utilizzate da diverse unità operative: dal controllo di servizio, alla erogazione delle buste paga.

Il Comitato Pendolari ha confermato il trend positivo, escludendo però la fascia dei giorni a ridosso dei week end in cui si continuano a verificare frequenti salti di corse, precisando che il rispetto del numero di corse programmate è un vincolo contrattuale e che, in quanto tale, non deve essere considerato un valore aggiunto al servizio, ma un suo requisito.

Su quest’ argomento il comitato di quartiere di Acilia ha chiesto ad Atac di valutare la possibilità di anticipare l'orario della corsa supplementare da Acilia dalle 8:10 alle 7:20/7:30.

2) stato avanzamento lavori delle stazioni di Acilia Sud Dragona e Tor di Valle

Il coordinamento comitati dell'entroterra del X Municipio Atac ha portato a conoscenza dei partecipanti una lettera con cui l'A.D. di Atac Manuel Fantasia risponde a un'interrogazione del consigliere regionale Fichera, dichiarando che i lavori nelle stazioni sono ripresi il 6 febbraio. Tale dichiarazione, è stata confermata da Giraudi il quale ha precisato che la Regione ha pagato fino al sesto SAL (è in corso di emissione il settimo) e ha garantito la copertura economica di tutte le attività previste.

Queste affermazioni sono state fortemente contestate dai comitati presenti che hanno sottolineato che i cantieri risultano fermi e che la mancanza di certezze rende la situazione molto preoccupante. Per questo motivo è stato richiesto ad Atac quanto segue:

  • le motivazioni dello slittamento della fine lavori di 6 e 8 mesi (da maggio 2017 a novembre 2017 per Acilia Sud Dragona e a gennaio 2018 per Tor di Valle) a fronte di un blocco dei pagamenti di soli 2 mesi;
  • una conferma del fatto che la società appaltatrice non abbia richiesto il pagamento penali per le inadempienze di Atac;
  • il cronoprogramma aggiornato dei lavori;
  • una copia del contratto di appalto dei lavori.
Sui primi due punti Atac non ha fornito risposte, sul terzo punto si è resa disponibile a fornire copia del cronoprogramma, sul quarto punto si è detta disponibile a fornire copia del contratto, previa conferma da parte dei legali.

Sul tema delle stazioni di Tor di Valle e Acilia sud Dragona, Giraudi si è dichiarato allineato con il RUP Ing. Macaluso - assente all’incontro -  e si è impegnato col presidente della commissione mobilità Stefàno a organizzare un sopralluogo congiunto con i comitati presso i cantieri  in presenza dello stesso.
[in data 28/02 i pendolari hanno riscontrato la presenza di operai presso entrambi i cantieri, ndr].

3) Opere per l'accesso alla stazione di Acilia Sud da Dragona

Il Coordinamento dei Comitati Entroterra X Municipio ha ripresentato le criticità legate al mancato avvio delle opere del sovrappasso di collegamento e il parcheggio della Stazione Acilia Sud Dragona, senza le quali non sarà consentito l’accesso alla stessa a migliaia di utenti. A tal riguardo, è stato fatto presente come nella commissione congiunta con i LLPP presso il dipartimento SIMU dello scorso 13/1, pur essendo all’ordine del giorno, l’argomento non è stato trattato dal direttore Ing. Botta a causa della mancata acquisizione d’informazioni sul procedimento, trasferito nel mese di dicembre dall’ex Dipartimento Periferie. Il Coordinamento ha evidenziato l’insussistenza della motivazione, avendo acquisito il SIMU non soltanto il procedimento, ma anche il personale incaricato, ed ha ribadito  al presidente Stefàno l’importanza del ruolo della politica che è deputata a fare la giusta pressione sui dipartimenti del Comune.

Sono stati fatti inoltre notare due aspetti da tenere in considerazione a riguardo: il mancato inserimento nel Piano degli Investimenti del Comune di Roma di tali opere, nonostante il finanziamento della Regione Lazio con delibera di Giunta Regionale N.769 del 29/12/2015, e il recente declassamento della priorità che hanno tali opere, a seguito delle modifiche della delibera di Giunta Capitolina n.284 del 19/9/2014  apportate con delibera N. 16 del  30/06/2016 dalla Commissione Straordinaria Prefettizia del X Municipio, ai fini della mitigazione del rischio idraulico del territorio del X Municipio.

Il Presidente Stefàno si è impegnato a convocare al più presto un incontro su questo tema, accennando la possibile data del 13/3.

4) Sistema di monitoraggio e controllo delle corse

Pallini e Lanzone di Atac hanno riportato, con dovizia di particolari, le attività condotte per consentire l'installazione del controllo con gps (cosiddetto sistema AVM) e le attività ancora in corso per consentire l'entrata in funzione a regime dei tabelloni installati in molte stazioni (e in futuro per l'introduzione di messaggi anche a bordo treno). Allo stato attuale il gps è installato e funzionante su 4 treni (3 CAF e un Fiat 500) e installato ma non ancora attivo su ulteriori 4 treni. I tabelloni riportano orari aggiornati manualmente sulla base delle informazioni trasmesse dalla DCO (centrale di controllo della linea) e per questo sono soggetti a errore umano. I tempi previsti da Atac per l'entrata in esercizio del sistema AVM (e, conseguentemente, dei tabelloni) sono di circa 2 mesi (maggio 2017).

Con riferimento al monitoraggio delle corse il Comitato ha chiesto ad Atac se lo stesso comprende anche il controllo dei tempi di percorrenza e, a riguardo, quali fossero le motivazioni dei rallentamenti sistematici dei treni all'altezza del ponte di stagni e nel tratto di linea Stagni di Ostia - Casal Bernocchi-Vitinia. Tali quesiti sono rimasti senza risposta.

5) Limitazioni alla fruizione del servizio per i disabili

Un membro comitato di quartiere di Acilia ha denunciato ad Atac e al comune le rilevanti criticità che rendono di fatto non fruibile il treno Roma-Lido e le linee bus di ostia per un disabile in carrozzina. In particolare è stato fatto rilevare che solo un numero limitato di treni (sembra solo i 3 CAF presi dalla metro B) e un numero limitato di autobus è dotato di pedane mobili in grado di consentire l'accesso a bordo di una carrozzina con batteria elettrica. A tal riguardo è stato richiesto ad Atac di prevedere una priorità di utilizzo degli autobus con pedana sulle linee che servono l'ospedale S.Agostino e il centro ANFFAS (strutture utilizzate da persone disabili). Resta, inoltre, attualmente inibito l’accesso per i disabili nella stazione di Vitinia.

Sull'argomento Atac ha ammesso le proprie carenze (peraltro note anche ai manager presenti) e ha dichiarato di essersi già attivata per affrontare queste criticità. A tal proposito ha fatto presente che sono previsti una serie di incontri specifici sul tema della fruibilità dei servizi pubblici e che il prossimo è previsto il 6 marzo p.v.

6) Altri punti


I comitati hanno infine posto all'attenzione di Atac e del comune altre due criticità:

  • lo stato di degrado del piazzale della vecchia stazione, di proprietà di ATAC,  attualmente inutilizzato se non da una decina di dipendenti ATAC. A riguardo i Comitati hanno proposto di riqualificare lo spazio utilizzandolo come parcheggio di scambio per automobili e biciclette;
  • la dismissione della biglietteria di Casal Bernocchi (una delle 5 biglietterie previste dal contratto di servizio).
Sul primo punto Atac ha rilevato la criticità di un collegamento pedonale tra l'area del vecchio parcheggio e la stazione ma si è detta disponibile ad approfondire il tema per individuare possibili usi alternativi dell'area (attualmente fortemente sottoutilizzata come parcheggio dipendenti Atac).

Sul secondo punto Atac , per  bocca dell’ing. Nicastro, ha dichiarato che al momento non è prevista una riapertura della biglietteria.  Il Comitato ha rappresentato che la biglietteria di Bernocchi compare nell’elenco delle cinque , che il Contratto di servizio, che vincola ATAC, prevede siano operative per biglietti e abbonamenti (L.-V. 7.00-20 e weekend 8.00-20).  Allora Atac ha precisato che ne parleranno con la Regione, con cui hanno recentemente siglato il  nuovo Contratto di servizio per le tre ferrovie. Il Comitato ha chiarito che anche il Contratto di servizio tra Comune e ATAC, firmato fin dal 2015 per tutto il trasporto pubblico romano, prevede quelle biglietterie, in quegli orari. A quel punto l’ing. Giraudi ha promesso per ATAC un approfondimento e il Comitato ha preannunciato una nota scritta.

7) Punti aperti

La riunione ha consentito la disamina di un numero limitato di argomenti e ha lasciato aperte una serie di criticità. Di seguito l'elenco dei principali punti aperti:

  • lavori nelle stazioni di Acilia Sud e Tor di Valle: aggiornamento del cronoprogramma lavori e trasmissione del contratto;
  • lavori a Dragona per sovrappasso ciclo pedonale: avanzamento attività;
  • contratto di servizio Atac-Regione: aggiornamento sullo stato dell’annunciata (all'incontro con la Regione di dicembre) rinegoziazione con lo stralcio della manutenzione ordinaria e straordinaria delle infrastrutture;
  • contratto di manutenzione CAF Italia-comune per la manutenzione dei riduttori dei CAF: avanzamento della rinegoziazione del contratto con ridefinizione delle modalità di sostituzione dei pezzi guasti;
  • programma di manutenzione pilotata degli MA200 (contratto Atac-Hitachi): avanzamento attività e aggiornamento cronoprogramma. A riguardo si sottolinea con preoccupazione che, nonostante il programma manutentivo sia in corso da luglio 2017 e sarebbe dovuto terminare a settembre 2017, gli MA200 attualmente in grado di garantire l'esercizio sulla linea sono 4 su 8. È pertanto sempre più urgente definire un piano per l'acquisizione di vetture nuove che garantiscano una maggiore affidabilità del parco mezzi;
  • Patto per il Lazio (180 milioni di euro per la linea Roma-Lido): avanzamento del progetto di riqualificazione della linea;
  • - Rallentamenti sulla linea (a Stagni di Ostia e tra Casal Bernocchi e Vitinia): analisi cause e attività previste o in corso per la loro risoluzione;
  • stalli per le biciclette: aggiornamento sulle attività per la rimozione delle biciclette abbandonate a Porta San Paolo, Basilica San Paolo e Lido Nord e  creazione di nuovi stalli a Porta San Paolo e Acilia;
  • problematiche delle stazioni: aggiornamento sulla messa in funzione delle scale mobili di ostia antica, risoluzione dei problemi agli ascensori di Colombo e Castel Fusano, manutenzione bagni, manutenzione spazi verdi;
  • manutenzione straordinaria stazioni: stato di avanzamento e cronoprogramma dei lavori in corso da luglio 2014 alla stazione di lido centro e cronoprogramma dei lavori previsti (e non iniziati) a Stella Polare, Castel Fusano e Colombo;
  • situazione Ostia Antica: ponte pedonale e creazione linea bus stazione-scavi;
  • potature e ancoraggi degli alberi ad alto fusto presenti sul sedime ferroviario;
  • implementazione del sistema di blocco a 4 codici e entrata in funzione delle sottostazioni elettriche.


Se ti è piaciuto questo post, restiamo in contatto, iscriviti alla Newsletter Il Treno dei Dannati.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.