mercoledì 22 marzo 2017

I problemi della Metro C

Visto che il problema era noto da tempo perché non si è affrontato prima il problema? - Andavano comprati le ruote per tutti i treni e non solo per 6 - Nel mio lavoro Enrico Stefano sarebbe considerato un incapace perché invece di risolvere il problema non fa altro che trovare giustificazioni.




Un commento al post "La trasparenza sulla Metro C" mi ha particolarmente colpito. Diciamo che è un utente abbastanza deluso. Andiamo a leggere



Visto che il problema era noto da tempo (girano articoli da aprile 2016) perché non si è affrontato prima il problema? Solo il mese scorso si è parlato della gara vinta per comprare le ruote per soli 6 dei 13 treni quando è chiaro che adesso ne girano a si e no 4 in totale. Andavano comprati le ruote per tutti i treni e non solo per 6.

Siamo di fronte a dei principianti allo sbaraglio (ad essere buoni) che hanno la presunzione di pensare di essere quello che non sono: capaci di governare e/o gestire un azienda come ATAC.

Nel mio lavoro Enrico Stefano sarebbe considerato un incapace perché invece di risolvere il problema non fa altro che trovare giustificazioni.

Signor presidente della non-mobilità invece di vantarsi di aver creato una corsia riservata con due righe gialle sull'asfalto che nessuno rispetta o gongolare per aver tolto della fermate al 51 o per gli autobus che altri hanno comprato dovrebbe dire a noi cittadini e a noi clienti quando sarà ripristinato il servizio sulla Metro C che tanto funzionava bene prima dell'arrivo del movimento degli incapaci.

Aggiungo che la frequenza prima era di un treno ogni 6 minuti mentre oggi siamo a un treno ogni 16/22 minuti.



Se ti è piaciuto questo post, restiamo in contatto, iscriviti alla Newsletter Il Treno dei Dannati.

3 commenti :

Enrico Stefàno ha detto...

Lascio anche qui la risposta che ho inserito nei commenti su FB.

Gentilissimo Andrea Castano, innanzitutto sarebbe "carino" taggare le persone nei post così da consentirgli di "difendersi ". In ogni caso mi fa piacere che io sia diventato il catalizzatore di tutti i problemi di questa città, senza contare che c'è (anche) un assessore, un sindaco, un au di Atac, un direttore del metroferro ecc ecc. Detto questo, entro nel merito. Come evidenziato da qualcuno prima di me, l'acquisto delle ruote ha un costo elevato (diversi milioni di euro) e in ogni caso dei tempi per il montaggio importanti (45 giorni a treno), acquistarle tutte prima sarebbe stato inutile. Non appena verranno sostituite le ruote di questi primi sei treni passeremo a sostituire le ruote degli altri sei. Sulla possibilità di "prevenire" il fenomeno lo abbiamo fatto immediatamente appena insediati (luglio 2016) anche ufficialmente con la prima commissione (non a caso) che ho tenuto a settembre 2016 (video qui https://youtu.be/D6O3gFijQTw). Questo però si era già manifestato oltre un anno prima, a giugno 2015, periodo nel quale però, con tutta la buona volontà, non avevamo la possibilità di intervenire. Concludo infine dicendo tranquillamente che, (sono un tipo a cui piace prendersi le responsabilità) qualora dovessi risultare "incapace ", sarò il primo a fare un passo indietro. Grazie.

Andrea romalido ha detto...

Chiedo scusa, ovviamente hai perfettamente ragione sul tag, sul perché catalizzi le richieste credo sia un bene (per te) perché dimostra che hai aperto un dialogo importante.
Nel merito dell'opinione dell'utente che ho riportato non entro - ho già i miei guai con la Roma-Lido .
Sul passo indietro naturalmente non condivido l'opinione, anzi tu comunichi e agisci e questo vale, per quanto conta, la mia ammirazione

giuseppe panzera ha detto...

Il Post è stato tratto da un mio commento ad un altro post

http://odisseaquotidiana.blogspot.it/2017/03/la-trasparenza-sulla-metro-c.html

e non era naturalmente anonimo.
Oggi un treno ogni 18-19 minuti, monitor per lo più non funzionanti e AC assente (permettetemi la battuta mi sembrava di stare sulla Roma-Lido) quindi mi scusi presidente se non trovo la sua risposta soddisfacente perché continuo a non trovare delle date certe sulla soluzione di questi problemi.
Forse non ho spiegato bene il mio disaggio quindi le farò, da cliente, delle domande esplicite.
La ringrazio in anticipo per le sue risposte.

Io il problema delle ruote l’ho scoperto ad aprile 2016, lei fortunatamente prima.
Quindi mi immagino che appena insediato (luglio 2016) lei abbia affrontato subito il problema.
Che azioni avete intrapreso nei confronti di MetroC S.p.A. per il consumo anomalo delle ruote ?
A che punto stanno le azioni intraprese contro MetroC S.p.A ?
Quando è stato pubblicato il bando di gara ? può postarmi un link per verificare date e termini ?
Il bando prevedeva solo le ruote di 6 treni o già si estendeva alla fornitura degli altri 7 treni?
Se il bando non prevedeva le ruote degli altri treni avete già pubblicato il secondo bando ?
Quando è arrivata la fornitura delle ruote ?
Quando è iniziato il montaggio delle ruote e entro quando sarà completato?
Oggi a Gardenie alle 8.40 treno strapieno. Con la stazione di San Giovanni si prevede un raddoppio dei flussi. Se anche ci fosse solo un aumento di 1/3 io la mattina a Gardenie non riuscirò più a salire se non si ripristina il cadenzamento minimo e ci sarà sicuramente il collasso sia della C che della A.
Fatta questa premessa per l’apertura di San Giovanni saranno disponibili i treni per pianificare la frequenza 7/14 minuti come previsto nella delibera CIPE 127 del 11/12 ?

http://odisseaquotidiana.blogspot.it/2015/03/metrofordummies-la-metro-c-mc.html

Concludo che se per l’apertura di San Giovanni non saranno disponibili i treni per poter pianificare la frequenza 7/14 minuti, come cliente di un servizio, credo che sia doveroso il suo passo indietro.

Grazie.

.

.