domenica 19 marzo 2017

A spasso per Roma... in autobus: La Chiesa di Sant'Aurea ed il Borgo di Ostia Antica

Oggi prendiamo la Roma-Lido e ci rechiamo nel delizioso Borgo di Ostia Antica, dove tra stretti vicoli spunta la Chiesa di Sant'Aurea, che non è l'unica cosa da visitare. Coraggio entriamo nel borghetto




Da barocchettoromano


Come arrivare
Da Termini: Metro B direzione Laurentina per 6 fermate, fino ala stazione Piramide, da li si cambia prendendo la Roma-Lido da Porta San Paolo per 7 fermate fino alla stazione di Ostia Antica. da li poco meno di 1 km a piedi e sei arrivato
Costruita, originariamente, su una vecchia chiesa paleocristiana voluta da Costantino nel IV secolo con la finalità di onorare i Santi Pietro, Paolo e Giovanni Battista.

Tra il 687 ed il 701, il tetto della struttura venne restaurato su richiesta del Papa Sergio I. Leone III, tra il 795 ed l’815, fece risistemare l’interno della Chiesa. Nel IX secolo anche la parte interna venne rinnovata.

All’inizio del ‘400, il Cardinale D’Estouteville non solo ordinò di ristrutturare il borgo ma anche di demolire la vecchia chiesa per costruirne una nuova che venne terminata nel 1483.

Attualmente la Basilica è un esempio di architettura rinascimentale con l’aggiunta di elementi classici. Ha una pianta marmorea lineare con finestre a bifora labata.


Sulla facciata ci sono stemmi che riportano la cronologia dei lavori effettuati sulla chiesa. A destra dell’altare Maggiore, potrai scorgere un portacero del V secolo con l’abbreviazione del nome di Aurea.

Nei locali adiacenti all’edificio ci sono frammenti marmorei, piastrini e lastre di pluteo datati tra l’VIII ed il IX secolo.

All’interno della Basilica, esamina la navata decorata con gigli, il rosone, la cappella di Santa Monica imputata a Pietro da Cortona, l’ovale con il martirio di Sant’Aurea realizzato da Andrea Sacchi, la copia del guanciale funerario ed il blocco in marmo della Santa.

Il Borgo ed i dintorni

Il Borgo, fatto realizzare da Gregorio IV nel IX secolo, è strutturato in vari stili architettonici che lo rendono unico ed imparagonabile. Qui domina un’atmosfera del passato ricca di misteri e di fascino che percepirai non appena vi entrerai.


La Basilica insieme all’Episcopio, a destra della chiesa, ed al Salone Riaro sono ben inquadrati in questo suggestivo luogo. Alla loro visione, ti accorgerai di essere entrato in un’altra epoca fatta di una semplicità in grado di trasmetterti profondi significati storici.

Nei pressi della Basilica sorge l’imponente Castello di Giulio II, una costruzione edificata a difesa del borgo. Venne alla luce per merito del Cardinale d’Estouteville che lo fece costruire dopo aver fatto restaurare la Torre di Martino V che ancora oggi si innalza maestosa tra i torrioni del castello.

Nella zona di Ostia Antica, ti consiglio di visitare l’Area Archeologica, la Necropoli, la Basilica di Pianabella, le Terme di Nettuno, il Teatro Romano, le Terme del Foro, il Tempio di Roma e Augusto, la Sinagoga, la Casa di Diana, le Terme della Marciana e quella dei Sette Sapienti ed il Museo Ostiense.


Se ti è piaciuto questo post, restiamo in contatto, iscriviti alla Newsletter Il Treno dei Dannati.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.