lunedì 30 gennaio 2017

Dacci oggi la Via Crucis quotidiana

La nostra Via Crucis ogni giorno è il trasporto pubblico, inutile girarci intorno - Questo è solo uno dei innumerevoli racconti di disagio dove se c'è la Roma-Lido che funziona, allora è l'autobus che ti tradisce - Mai na gioia è il nostro stile di vita.



Oggi pomeriggio sono andato al lavoro con i mezzi. 

Esco di casa alle 14.00 e alle 14.10 sono sulla banchina di Vitinia, direzione Piramide, con il treno delle 14.13 appena passato. 

Il prossimo treno è annunciato ripetutamente (messaggio vocale ogni minuto, che dopo un po' rompe pure) alle 14.28. 

E' arrivato alle 14.24. Vabbè, poco male. Scendo a San Paolo (Basilica non Porta) alle 14.40, arrivo alla fermata Marconi/Edison a piedi dove, in teoria posso prendere sia il 791 che il 792 per arrivare a Gianicolense/Ramazzini. 

Con l'app Bus Roma vedo che il 791 è appena passato e non c'è notizia del successivo. Il 792 è previsto in 11 minuti. 

Approfitto della bella giornata per fare due passi, mi avvio quindi su Viale Marconi, contando di prendere il bus alla successiva fermata (appena dopo Ponte Marconi). L'autobus non si vede ancora quindi decido di proseguire.

Per farla breve sono arrivato a Gianicolense/Ramazzini a piedi, cinque minuti buoni prima del 792...

E' vero che camminare fa bene, ma con la macchina uscivo di casa alle 14.50 per stare allo stesso orario già parcheggiato...

E non lo so...


Se ti è piaciuto questo post, restiamo in contatto, iscriviti alla Newsletter Il Treno dei Dannati.

Nessun commento :

.

.