martedì 13 dicembre 2016

I possibili tracciati della Metro C

E il commento dell'UTP non ce lo metti? Si parla della Metro C e dei pareri sulle diverse varianti proposte per la Metro C, ieri abbiamo pubblicato alcuni pareri di utenti, oggi è la volta dell'U.T.P. Associazione Utenti del Trasporto Pubblico Roma.


Quali sono le ipotesi per la metro C da mettere a confronto? Innanzi tutto le due più serie ed attendibili, compatibili con i lavori i corso, e sorrette da concreti studi scientifici:
  • Il tracciato per Piazza Venezia – Piazza Colonna – Palazzaccio – San Pietro – Città Giudiziaria, studiato a suo tempo da Tocci, Vaciago e Ziccardi.
  • Il tracciato, derivante dallo schema del PRG del 1962, per Piazza Venezia -  Stazione Trastevere – Magliana Nuova – Corviale, sostenuto a suo tempo dall'Ordine degli Ingegneri e dall'ing. Calamani, e rilanciato recentemente da Fassina e da alcuni studiosi del trasporto pubblico.

Per completezza vanno poste a confronto anche altre due ipotesi meno probabili:
  • La deviazione su Piramide e proseguimento su Corviale, rilanciata da Berdini. Anche se presenta parecchi problemi, nondimeno è sorretta da consistenti argomentazioni e sostenuta da numerosi esperti. Attenzione, girano false mappe su questo tracciato, con evidente fine di disinformazione.
  • Il buco sotto Corso Vittorio. Questo tracciato dovrebbe essere tolto di torno per il solo fatto di essere pennarellistico e canispenieno. Il modo subdolo in cui è stato escogitato dovrebbe imporre la cancellazione quanto meno per impedire che i dirottatori conseguano il provento delle loro malefatte. 

I Fondamentalisti però affermano che vi sarebbero comunque motivazioni in sostegno. Siamo in attesa di vederle, quindi anche questa ipotesi deve partecipare al confronto. Purché siano rispettate due irrinunciabili condizioni: 
  1. La progettazione deve essere rifatta di sana pianta, evitando ogni “pianificar facendo” e tutti i trucchetti ed espedienti per far salire i costi. 
  2. Subito e prima di ogni scavo deve essere realizzato il TVA, a prescindere. I cantieri della metro C devono cessare di essere ostacolo e pretesto per non fare il TVA.

L'elenco deve finire qui. Il tracciato USCVM su Piazzale Flaminio NO. Per carità, non risuscitate un progetto delirante ormai morto e sepolto da un quarto di secolo. 

C'è un intero trattato dell'Ordine degli Ingegneri che lo smonta completamente. 

Abbiamo già quattro ipotesi su cui lavorare, e già una di esse secondo noi è di troppo. 

Evitiamo di aggiungere cadaveri.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.