domenica 11 dicembre 2016

Ferrovie concesse – Servizio rallentato

Qualche giorno fa, mercoledì 7 dicembre, l’Atac ha recepito e reso operativa la Circolare 7922 della Direzione Generale per il Trasporto Pubblico, organo del Ministero delle Infrastrutture. In particolare è stato prescritto, a seguito del triste incidente della ferrovia Andria-Corato, che tutte le ferrovie senza blocco automatico viaggino con un doppio agente in cabina abilitato alla frenatura del convoglio. Come ulteriore forma di sicurezza la velocità massima è stata portata alla soglia di 70 km/h - Gli effetti sulle ferrovie concesse romane






L’operatività di questa circolare sta già avendo effetti negativi sulle tre ferrovie a gestione Atac, ovvero la Roma-Lido, la Roma-Civita Castellana-Viterbo e la Termini-Centocelle (ex Roma-Giardinetti).


La Roma-Lido e la Roma-Civita Castellana-Viterbo, essendo già gestite con doppio agente, stanno subendo maggiormente gli effetti dell’abbassamento di velocità da 80 a 70 km/h. L’azienda, non avendo disposto un nuovo orario in ragione della velocità più bassa, sta esercitando le linee con delle tabelle che non possono rispettare. Se poi, come è sovente, capitino degli imprevisti, i ritardi accumulati portano alla soppressione di più treni consecutivi.

Ancora più pesante è la situazione sulla Termini-Centocelle sulla quale, non essendo gestita col doppio agente, l’azienda ha dimezzato il numero di treni circolanti: si è passati da 9 convogli dei giorni feriali a soli 5. Durante la domenica sono assicurati solo 3-4 treni per una frequenza complessiva a 15/20 minuti. Una nota va dedicata anche alle condizioni precarie di lavoro dei ferrovieri, costretti in due nelle piccole cabine di guida dei treni “bloccati”.


L’appello


In questo momento di rimodulazione delle corse della rete di superficie, l’attuazione delle norme ministeriali ha ulteriormente aggravato la situazione dei pendolari di Roma.


Ci appelliamo alla Regione Lazio, che tanto ha investito sulle ferrovie regionali di Trenitalia, affinché vengano promossi interventi di messa in sicurezza delle ferrovie Atac di cui è proprietaria.


Ci appelliamo al Comune e alla Giunta, che ha fatto della trasparenza un suo vissillo, affinchè venga programmato tempestivamente da Atac un orario che possa essere effettivamente rispettato, visto l’abbassamento di velocità. Per la Termini-Centocelle si richieda una deroga della Circolazione, visto che l’esercizio di tipo prettamente tranviaria rende la stessa norma dannosa per lavoratori e pendolari.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.