giovedì 13 ottobre 2016

Il progetto MR e #LaCometa2016

Il trasporto pubblico non può essere concepito solo come fastidio, una cosa da lasciarsi alle spalle per trovare rifugio in un’automobile, assolutamente no. Dobbiamo recuperare un rapporto normale con i mezzi e noi abbiamo qualche idea per farlo in modo rilassato, magari con la famiglia...


Iscriviti al Feed di Odissea Quotidiana
Il progetto MR

Una linea turistica verso gli scavi di Ostia Antica grazie al restauro dei vecchi treni MR100 della B - Progetto presentato da Trenino Blu e Graf. 

Per approfondire (ed iscriverti): #LaCometa2016 - Un nuovo tour sulla Roma-Lido

Dici Roma-Lido e tutti pensano a ritardi, sovraffollamento, attese, pendolari esausti. Una linea da lasciarsi alle spalle per trovare
rifugio in un’automobile. 

Eppure c’è chi, nella ferrovia tra Porta San Paolo e Ostia, vede ancora un’occasione di sviluppo e una porta aperta sul futuro, partendo però dalla storia dei trasporti e del territorio romano. 

Da qui e dalla passione per il mondo del trasporto prende avvio la proposta di recuperare i vecchi convogli utilizzati negli anni Cinquanta sulla Metro B, la serie MR, restaurarli e regalare loro una seconda vita come primo “treno metropolitano storico” riservato ai turisti diretti agli scavi di Ostia Antica, con orari speciali nel fine settimana.

ProgettoMR - Per salvare i primi treni della prima Metropolitana di Italia. Puoi consultare il documento 

“Il progetto - spiega Carlo Tortorelli, studente universitario autore del blog TreninoBlu e promotore del progetto insieme al Gruppo romano amici della ferrovia - nasce come risposta al bando Atac per la demolizione dei treni MR100 che nel 2014 dovevano fare spazio ai nuovi Caf nel deposito di Magliana. 

Per approfondire: La Cometa 2016 L'Evento su Facebook

L’auspicio è coniugare il sogno del treno storico con una prospettiva realistica”. Dal punto di visto tecnico, secondo i promotori, il progetto è sostenibile, sia per la compatibilità dei treni con i binari della Roma-Lido sia per le modalità di restauro. Che per contenere i costi, potrebbe avvalersi di carrelli, ruote e motori recuperati da altro materiale della stessa ferrovia, ormai accantonato e non riutilizzabile sui treni in servizio.

E la manodopera è già pronta: non appena saputo del progetto, sono arrivati i primi volontari, ex operai Atac oggi in pensione. “Il nostro obiettivo è storico e culturale – sottolinea Edoardo Franchi,
giovane curatore del progetto per conto del Graf - secondo noi annullare il passato vuol dire impoverire il futuro. Vogliamo invece preservare la memoria per tramandarla alle nuove generazioni.

E inoltre, nello specifico, è un modo per mantenere attenzione costante sulla Roma-Lido”.

Su questo punto concorda Andrea Castano, autore del blog Odissea Quotidiana che dà voce ai tormenti dei pendolari della ferrovia: “Il progetto potrebbe essere una spinta per tornare a investire su questa linea. Il trasporto pubblico non può essere concepito solo come fastidio, bisogna recuperarne storia e cultura”
Notizie sul Trasporto pubblico a Roma con aggiornamenti in tempo reale - Iscriviti al Canale Telegram Roma Trsporti News 24

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.