venerdì 28 ottobre 2016

E se la Roma-Lido passasse a Ferrovie dello Stato?


Era da mesi che lo pensavo, ho scritto qualcosa in proposito, mentre commentavo i tentennamenti del Governatore del Lazio Zingaretti - ed il rifiuto all'offerta di RATP da una parte e le grandi aperture dell'attuale AD Mazzoncini alla Roma-Lido in particolare e ad Atac in generale.

Adesso credo che siamo arrivati al dunque: da una parte le (non) risposte della Regione Lazio sul futuro delle 3 linee concesse (perché nel disastro attuale sono comprese la Roma-Viterbo e la Roma-Centocelle), pur avendo i 180 milioni di euro, come da stessa ammissione di Zingaretti, dall'altra questo articoletto apparso sul Messaggero che, in pratica, racconterebbe di una Roma-Lido come testa di ponte verso la "conquista" di tutta l'Atac da parte del Gruppo Ferrovie dello Stato.

È pertanto molto probabile che la gestione della Roma-Lido e della Roma-Civita Castellana-Viterbo passi a Ferrovie dello Stato, mentre la Roma-Centocelle (o ciò che ne resta) sarà definitivamente ceduta al Comune di Roma.

Cosa cambierà? Difficile dirlo a breve. Migliorerà il servizio? Aumenterà il costo? Il futuro non è scritto.



Se ti è piaciuto questo post la newsletter ti farà impazzire. Rimaniamo in contatto. Iscriviti a “Il Treno dei Dannati”.

Nessun commento :

.

.