lunedì 10 ottobre 2016

Commissione trasparenza, garanzia e controllo: Audizione di Linda Meleo

Questa mattina si è svolta l'Audizione di Linda Meleo presso Commissione trasparenza, garanzia e controllo. Argomenti: gli ultimi accadimenti: dall'andamento del servizio, prima gli autobus, poi le metropolitane, si va dai famosi 18 milioni al rapporto con Rettighieri e si arriva ai progetti futuri. Una buona lettura per capire cosa è successo e lo stato delle cose.


Iscriviti al Feed di Odissea Quotidiana
Questo resoconto è stato scritto grazie alla diretta fatta sul Canale Telegram #DirettamenteRoma

È già seduta al suo posto l'Assessora alla Roma in Mobilità Linda Meleo, insieme a tre consiglieri del Movimento Cinque Stelle, mentre Marco Palumbo del Partito Democratico si aggira per gli uffici in attesa degli altri consiglieri

Attualmente oltre a tre membri del movimento e il presidente Palumbo non ci sono altri consiglieri. Il numero legale è rispettato, ma le opposizioni sono assenti. Pressato dal movimento, Marco Palumbo inizia la seduta annunciando che il 25 ottobre l’Assessore Paola Muraro riferirà alla commissione trasparenza.

Marco Palumbo dà la parola a linda Meleo All'ordine del giorno l’Assessore riferisce sulle linee generali del suo intervento politico: parte da Atac e dall'andamento del servizio.

Servizio programmato di superficie nel 2015 contro servizio effettuato, gennaio-agosto: il servizio di Atac scende. A luglio e ad agosto Atac ha effettuato il 15% di corse in meno di quelle programmate: "la superficie è stata abbandonata", dice la Meleo. Nella rimessa di Tor Sapienza fra luglio e agosto c'è il picco di segnalazione guasti da parte degli autisti.

A luglio e ad Agosto, Atac ha acquistato un numero di kg di gas refrigerante, per l'aria condizionata, pari a zero.

Gli ultimi carichi di aria condizionata per l'estate sono arrivati ad aprile "o è doloso o è malagestione", dice la Meleo "da quando ci siamo noi, abbiamo programmato piani di intervento. Prima non c'erano, mi sembra una cosa grave. Abbiamo programmato la manutenzione straordinaria, ma ci vuole del tempo, arriveranno entro ottobre i primi 25 bus in leasing, gli altri 125 entro la fine dell'anno. Sono cose che abbiamo sbloccato noi con nostri incontri e lettere" Atac, la Meleo mostra una slide, ha oltre 850 autobus oltre a fine vita. E dal 2008 ad oggi non sono stati comprati nuovi mezzi, "con l'eccezione del 2013" - quindi con la giunta Ignazio Marino "stiamo cercando di valorizzare al più possibile i nuovi 45 filobus in leasing, li utilizzeremo sulle linee 60 e 90 in attesa che il corridoio della mobilità a Laurentina venga completato.

Passiamo alle metropolitane: la situazione è migliore che sulla superficie, "abbiamo perso un numero di corse più fisiologico. Per la manutenzione utilizzeremo i 18 milioni di euro attribuiti da Atac tramite il piano esigenziale che chiede 58 milioni di euro in 3 anni. Una cifra che il piano investimenti del Campidoglio, firmato da Tronca, ha visto scomparire. Noi come giunta abbiamo ravvisato che erano necessari e abbiamo aggiustato il bilancio per 18 mln di euro".

Polemica di Linda Meleo con Marco Rettighieri, ex ad di Atac: qui è un po' tecnico, la Meleo esibisce il contratto di servizio che dice che i soldi vanno liquidati in base all'avanzamento dei lavori.

L'opposizione aveva polemizzato perché i 18 milioni erano stati stanziati senza passare da una delibera dell'Assemblea Capitolina, il che avrebbe reso l'accantonamento illegittimo. Meleo risponde: abbiamo solo accantonato soldi, man mano che i lavori saranno fatti li liquideremo. "Polemica francamente strumentale, non abbiamo fatto nulla di illecito".

Linda Meleo annuncia che Atac ha 49 milioni di euro di crediti da esigere. Dal 2010 al 2015 i ricavi di gestione scendono del 22% con un picco del 48% negli ultimi due anni. I costi sono ridotti, nello stesso periodo, sono scesi in maniera parallela: "a essere scese sono le uscite per i pezzi di ricambio, non abbiamo tagliato gli sprechi, abbiamo tagliato quello che serviva".

Così, il margine operativo ordine di Atac sembra salire, ma il taglio delle spese è sui ricambi di Atac.

Per alzare le entrate servono "aumento dei chilometri percorsi e lotta all'evasione". Per monitorare i costi "servirà un audit specifico: chi ha fatto queste scelte? Il nuovo amministratore unico ha già deciso di reinternalizzare molti appalti, ad esempio quelli sulle gomme. Il meccanismo gare forse non ha funzionato correttamente. D'altronde attualmente rivolgerci al mercato alza i costi, per cui ci piacerebbe capire perché dovremmo farlo, le nostre scelte sono state condizionate dai trasferimenti dalla regione Lazio; nel 2010 e nel 2011 i trasferimenti sono di 300milioni, nel 2012 crollano a 180 milioni e anche a 140 milioni".

Marco Palumbo fa notare che questo calo "dipende dal piano di rientro del debito sanitario", mentre sono arrivate Ilaria Piccolo e Valeria Baglio (Pd) e Daniele Diaco (m5s). Sta dai numeri che ad oggi Atac ha crediti verso la regione Lazio per 500milioni di euro:" con questi fondi io ci Risano Atac, ci fa piacere che Cotral abbia acquistato 359 bus, però vogliamo capire se c'è una scelta politica che sostiene la città o no", dice Linda Meleo.

Marco Rettighieri "a me di questa situazione non aveva detto nulla. L'ho dovuto sapere guardando le carte per conto mio. È stata un anomalia che si è conclusa con le dimissioni di queste persone.

Tutto questo è passato sotto silenzio", mormorii di approvazione da parte dei consiglieri del Movimento: "i dati sono sempre nascosti fino a che qualcuno non tira fuori la verità", dice Monica Montella (m5s).

"Stiamo studiando metodi alternativi di mobilità per avere un guadagno di efficienza a flotta invariata" dice la Meleo - "dobbiamo fare in modo che le persone lascino a casa la macchina, sarebbe una bella cosa" esclama Monica Montella. Riprende la Meleo: "stiamo preparando il piano infrastrutturale per nuove bike lanes, abbiamo attenzione al carsharing in un ottica di sistema, il cittadino deve avere a disposizione un sistema per spostarsi in maniera vantaggiosa anche in periferia li dove non arrivano gli autobus o le metropolitane". "quanto costerebbe tutto questo in termini di risorse?".

Chiede Montella. "Il primo passaggio è recuperare l'esistente su ferro e tram, il che richiederà una quantità di risorse buona ma non esagerata come se fosse la Metro C, fra l'altro abbiamo utilizzato un macchinario fornitoci da una società marchigiana, sotto la fermata della C Malatesta che ci ha permesso di capire gli errori fatti.

Dopo due anni abbiamo già le ruote da sostituire, questo non è possibile", continua la Meleo. "Dobbiamo inoltre mettere in sicurezza le strade per il pedone, per il ciclista, abbiamo rimesso in sesto la consulta sulla sicurezza stradale". Ancora su Atac: "il nuovo direttore del personale di Atac sarà pagato 90mila euro l'anno, che è meno della metà di quanto veniva pagato prima. Ci possiamo comprare un autobus piccolino. Come dipartimento stiamo verificando le liste delle aziende del trasporto disabili e scolastico, ci siamo già rimessi in sesto rispetto a luglio"

Parla Ilaria Piccolo, (pd): "nel 2014 noi aumentammo l'orario delle officine, e anche dalla regione qualche fondo è arrivato, pochi ma qualcosa. Sul piano industriale, e sui depositi dismessi: Paolo Berdini aveva detto che valorizzare quelle aree non è strategico, vorrei capire che ne pensate, parlo dei depositi a Lega Lombarda e San Paolo". Meleo: "dobbiamo valorizzare gli immobili di pregio, magari per delle attività turistiche o di altro genere. Sicuramente vorremmo metterle a reddito per avere delle entrate per Atac".

Ancora Piccolo: "parlavate dell'allargamento della ztl, a che punto siete?" Meleo: "non abbiamo ancora avuto modo di arrivarci in giunta, al più presto". Abbiamo finito, con questo Marco Palumbo conclude la riunione della commissione trasparenza dicendo che al più presto sarebbe il caso di discutere più approfonditamente di "management e macrostruttura della municipalizzata romana".

Linda Meleo: " la morte del ciclista sulla Magliana dipende da una manutenzione completamente tralasciata, quel tratto è in preda all'incuria. Ci metteremo all'opera con il dipartimento, ci siamo subito messi all'opera, con interventi limitati ce la dovremmo fare. Venerdì in giunta vorrei portare una memoria di giunta che prepara la realizzazione del piano integrato della mobilità sostenibile, che è il piano strategico per lo sviluppo delle infrastrutture da qui a tre anni. Siamo fermi al piano del 2008 che parla ancora di realizzare la Metro C", dice l’Assessore rispondendo a margine alle domande dei giornalisti.

E con questo davvero si conclude la commissione trasparenza del comune di Roma con l'audizione di Linda Meleo.



Notizie sul Trasporto pubblico a Roma con aggiornamenti in tempo reale - Iscriviti al Canale Telegram Roma Trasporti News 24 

Se ti è piaciuto questo post la newsletter ti farà impazzire. Rimaniamo in contatto. Iscriviti a “Il Treno dei Dannati”.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...