giovedì 26 maggio 2016

Tweet Politics - La Campagna elettorale sulla Roma-Lido - parte terza

"Facciamo un salto nel voto" - Il trasporto pubblico in campagna elettorale è uno degli argomenti più gettonati dai politici e questa campagna non sembra fare eccezione. A parte le nostre opinioni che trovate seguendo #IlTreninoDeiDesideri (a cui tutti voi potete contribuire con opinioni e idee) raccoglieremo anche le dichiarazioni dei vari candidati e dai politici in generale. Buona lettura.

Queste le dichiarazioni della Parte prima

Queste le dichiarazioni della Parte seconda 



Antonello Aurigemma, Capogruppo in Regione Lazio (FI)

"Quanto sta accadendo sulla linea Roma Lido è la dimostrazione del disinteresse dell'amministrazione Zingaretti verso Roma e i romani. Sono passati tre anni dal suo insediamento, e questa giunta non è riuscita ad avere la benché minima idea su una delle arterie più importanti per il trasporto pubblico capitolino. Solo dopo due anni di totale immobilismo, la regione aveva pensato bene di cedere questa arteria ad una società francese, per poi essere stata bacchettata dal presidente del consiglio e segretario del pd Renzi, che le ha spiegato come l'arteria non poteva essere ceduta nella sua gestione ad una società straniera.

Arriviamo ad oggi, con la regione che non sa ancora minimamente cosa fare per dotare i cittadini del litorale di un servizio efficiente. Adesso, a pochi giorni dalle scadenze elettorali, il governatore lancia l'ennesimo annuncio di 180 milioni previsti per riqualificare la Roma Lido. Ma oramai a Zingaretti non crede più nessuno e i cittadini sapranno giudicarlo severamente nel segreto dell'urna elettorale" - lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.

Da Il Faro

Per approfondire #RomaLido: l'hashtag del giorno è #evacueremo


Devid Porrello Consigliere in Regione Lazio (Movimento 5 stelle)

Ostia - “Zingaretti non sembra avere ancora chiaro quale sarà il destino della Roma-Lido e lo stesso si può dire dell’assessore Civita. Mesi fa convocò una conferenza dei servizi per discutere il “project financing” sulla tratta avanzato nel 2014 dal raggruppamento di imprese composto da Ansaldo STS, AnsaldoBreda, Ratp Dev Italia, Salcef SpA, Cilia Italia srl e Architecna Engineering S.r.l. che si farebbe carico del rinnovamento del parco rotabili, del potenziamento del servizio, dell’adeguamento della tratta e della relativa manutenzione mentre la Regione dovrebbe pagare annualmente una cifra, probabilmente inferiore al costo del relativo contratto di servizio”, dichiara in una nota Devid Porrello, capogruppo del M5S Lazio.

“Si tratterebbe del primo project financing della Regione Lazio e una volta dichiarato l’interesse pubblico verso l’opera si passerebbe a gara per l’affidamento e la Regione dovrebbe farsi carico di un investimento iniziale”, spiega Devid Porrello. “L’azienda francese Ratp Dev ha però recentemente avanzato una nuova proposta che non prevede il contributo iniziale da parte della Regione ma stabilisce un canone annuale più alto rispetto a quello proposto in precedenza. Visto che la Giunta Zingaretti non è mai stata chiara sul destino della tratta che trasporta 27 milioni di passeggeri all’anno”, prosegue, “abbiamo depositato un’interrogazione per conoscere lo stato della conferenza dei servizi e se sia stato dichiarato il pubblico interesse sull’opera. Zingaretti ha recentemente annunciato fantasmagorici investimenti su Roma per provare a rivitalizzare la campagna elettorale del candidato sindaco del Pd: noi vorremmo che uno dei principali servizi metropolitani di Roma la smettesse di essere citato solo per i ritardi, i disservizi e i guasti, come da decenni chiedono residenti e pendolari”.

Da OstiaTV

Per approfondire Il futuro della Roma-Lido

E le ultime news...

Roma, 24 MAG – Ritornano alla carica i francesi di RATP DEV per salvare la Roma Lido, la linea ferroviaria urbana che collega la Capitale al limite sud del quartiere costiero Lido di Ostia. Lo scrive oggi nelle pagine della cronaca romana la Repubblica.

Da FerPress 

Giorgia Meloni Candidato Sindaco di Roma

“Il sottosegretario De Vincenti presenta un’iniziativa per sbloccare dei lavori con Giachetti, la Regione Lazio durante la campagna elettorale mette i soldi sulla Roma-Lido abbandonata da decenni, Renzi partecipa alla chiusura della campagna di Giachetti. 

Sono tutti fatti che dimostrano come le istituzioni e i soldi che gli italiani pagano con le tasse siano piegati agli interessi di un partito. Ma i romani non si faranno abbindolare”.


Stefano Fassina Candidato Sindaco di Roma

''A Malagò ho detto che non abbiamo pregiudizi nei confronti dei giochi olimpici, non guardiamo al Medioevo, dopodiché Malagò ha chiesto 140 milioni l'anno al Governo per le Olimpiadi che fino a qualche settimana fa erano a costo zero. Perché non mettiamo quei 140 milioni all'anno per esempio sulla Roma-Lido ed evitare che rimanga un carro merci per 70 mila pendolari ogni giorno o per potenziare la frequenza dei bus da e per le periferie?''.

"Tutto quello che 'sblocca Roma' - ha sottolineato - è positivo ma temo che sia uno spot elettorale. Non ho visto misure specifiche, la presenza del sottosegretario alla presidenza del Consiglio che considero inopportuna perché il Governo Renzi purtroppo ripete un'abitudine negativa e cioè quella di usare la carica che dovrebbe essere di tutti, quella di presidente del Consiglio, per fini di parte''. 



Ti è piaciuto questo post? Restiamo in contatto, Iscriviti alla newsletter “Il Treno dei Dannati.

Nessun commento :

.

.