martedì 10 maggio 2016

L'irrefrenabile voglia di Atac

Le ferrovie dello stato entreranno in Atac? Si, o forse no, dipende dall'esito delle elezioni. L'unica cosa certa è l'interesse che l'Amministratore Delegato del Gruppo di Piazza della Croce Rossa Mazzoncini per la nostra Roma-Lido.



Atac, l’arrivo delle Fs dipenderà dalle elezioni

Una vittoria del Pd aprirebbe la strada all’ingresso del gruppo ferroviario, da sempre interessato al trasporto romano. Ipotesi irrealizzabile se a imporsi fossero i Cinque Stelle. Ma i sindacati non ci stanno e bocciano il coinvolgimento delle Ferrovie

A seconda del colore del futuro primo cittadino, potrebbe infatti aprirsi o meno la strada che porta all’ingresso in Atac di un partner industriale forte, in grado di portare il capitale necessario agli investimenti. Ipotesi che vedrebbe in prima linea le Ferrovie, che in più occasioni si sono dette molto interessate al trasporto capitolino.



L’operazione Atac-Ferrovie troverebbe secondo molti addetti ai lavori il suo migliore contesto in una vittoria del candidato Pd e fedelissimo di Matteo Renzi, Roberto Giachetti, che non ha escluso la privatizzazione dell’azienda, una volta risanata.

Diversamente andrebbe se invece a imporsi fosse la candidata del Movimento Cinque Stelle, Virginia Raggi. L’esponente grillina ha più volte difeso la “romanità” di Atac, considerandola un patrimonio di tutti i cittadini e per questo da far rimanere in mano pubblica.


Un’amministrazione targata Cinque Stelle escluderebbe dunque qualsiasi ipotesi di nuovi ingressi in Atac.

Da Radio Colonna





FS dentro la partita Roma-Lido?

Il gruppo ferroviario guidato da Renato Mazzoncini, per mezzo della controllata Rfi ha già avviato un confronto con il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio per ammodernare e riportare a pieno regime la tratta Roma-Lido, tra le più trafficate, ma altrettanto carenti, d’Italia.


Altro elemento a sostegno dell’ipotesi Fs è il precedente di Firenze, dove il gruppo Fs è entrato nell’azienda di trasporto locale, l’Ataf, attraverso la controllata BusItalia, quando sindaco della città era lo stesso Renzi.

Da Radio Colonna


Ti è piaciuto questo post? Restiamo in contatto, Iscriviti alla newsletter “Il Treno dei Dannati”.

1 commento :

Paolo ha detto...

Dissento da quanto esposto che sembra pura demagogia per trovare proseliti PD alle prossime elezioni.
Rientra tra le righe e pubblica senza menzionare scenari apocalittici se alle elezioni vince un colore piuttosto di un altro.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.