martedì 5 aprile 2016

Atac ti sfido: con te il tempo si dilata


Bergson parlava del tempo e pensava che il tempo della scienza fosse diverso da quello reale che ciascuno di noi vive nella propria coscienza. L’Atac deve aver colto al volo l’assist fornito dal pensiero del filosofo e probabilmente l’ha anche interpretato nel modo sbagliato.

Chi vive a Roma sa infatti che il tempo dell’Atac è davvero particolare e che scorre in un modo tutto suo. L’Atac ti sfido di oggi se ne occupa.

Buon Atac ti sfido e buon martedì sui mezzi a tutti!



Atac ti sfido: con te il tempo si dilata. Eh sì perché un minuto conteggiato da te vale come tre minuti conteggiati da tutto il resto del mondo. 
Così sulle banchine della metro e dei treni e sotto le fermate degli autobus il tempo si dilata e 5 minuti d’attesa diventano magicamente 15 pur rimanendo 5 sui monitor di segnalazione.
Oltre all’ora solare e a quella legale ci deve essere evidentemente anche l’ora Atac. Solo che nessuno, oltre l’Atac stessa, l’ha ancora adottata e ne conosce l’esistenza.

Noi già ci siamo occupati di quanto duri un minuto Atac, ricordi il Post sull'esperimento di Bennaker?


Tutti gli Articoli di Atac ti Sfido

Tutti gli Articoli de Il Post Giusto 



Ti è piaciuto questo post? Restiamo in contatto, Iscriviti alla newsletter “Il Treno dei Dannati”.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...