giovedì 18 febbraio 2016

Se fossi Sindaco di Roma...



Ieri ho trovato questo post su un forum che parlava di Roma-Lido, mi è sembrato un buon argomento di dibattito che mi piacerebbe condividere con voi.

"Se fossi Sindaco di Roma, la trasformazione della Lido in metro, sarebbe la prima cosa che farei. In fondo con una spesa minima ti vendi di aver aggiunto 28 km di metro a Roma. Mi sembra che in altre città questo concetto lo hanno assimilato molto bene"

Inizio col dire che io non sono d'accordo! O meglio non sono d'accordo sul fatto che "con una spesa minima" si possa convertire la Roma-Lido in metropolitana.

Tempo fa pubblicammo un articolo che spiegava la differenza tra Treno e Metropolitana e vorrei ricordare qualche particolare che ritengo essere rilevante:
  • La frequenza potenziale minima per le Metropolitane è di 3 minuti, mentre la Roma-Lido va a 10 minuti - Direi che serve (per lo meno) qualche treno in più ed i macchinisti che li facciano andare
  • La distanza media tra le stazioni (o fermate) deve essere tra i 600 e gli 800 metri - Quante stazioni bisogna costruire tra Ostia e Roma e, sorvolando sui tempi di realizzazione, siamo sicuri che siano veramente tutte utili?
  •  La portata potenziale minima per senso di marcia dovrebbe essere di circa 24.000 persone, la Roma-Lido - ammesso che passino 8 treni l'ora - arriva al massimo a 9.600 persone.
- per la spiegazione dei punti precedenti e per le altre caratteristiche, vi rimando al post dedicato -

Con questo non voglio dire che sia una proposta assurda, è sicuramente più economica che costruire una metropolitana da zero, ma probabilmente è più semplice intervenire, anche pesantemente, migliorando le strutture ed i treni esistenti ed utilizzare altri fondi magari per potenziare la rete de tram...

Sei d'accordo o pensi, come dicono in molti che la Roma-Lido debba essere la Linea E della Metropolitana di Roma? Parliamone insieme, come al solito puoi commentare qui o mandandomi una mail a iltrenoromalido@yahoo.it.



Ti è piaciuto questo post? Restiamo in contatto, Iscriviti alla newsletter “Il Treno dei Dannati”.

Nessun commento :

.

.