mercoledì 4 novembre 2015

Il disagio umano di prendere la #RomaLido



Fatti non fummo a viver come bruti, ma poi è arrivata la Roma-Lido – L’inferno sulle banchine e a bordo dei treni scatta al minimo disagio, le frasi fatte, le reazioni esagerate – E’ una guerra tra poveri dove la civiltà si ferma ai cancelli delle stazioni sia che ci sia disagio, sia che vada tutto bene – Un esempio? Le lasciate sedere le donne incinta?
 
Roma-Lido
 
 
A che punto è la notte
 
Quando un treno che dovrebbe passare ogni 7 minuti e mezzo (per promessa, mai mantenuta dei vari politici che si sono avvicendati in questi anni alla guida di Roma), passa ogni 25, naturalmente si scatena l'inferno.
 

Roma-Lido - occupazione di Porta San Paolo
Persone sui binari a Porta San Paolo
14/7/2015
Succede sia a bordo dei treni, che sulle banchine, perché il problema non è solo l'attesa, ma il dover poi salire sul treno stracolmo perché poco frequente, le frasi tipiche che si sentono sono : “Fateci salire che devo andare al lavoro”, come se chi è già dentro al treno, passasse la mattinata a fare avanti e indietro da Ostia solo per occupare un posto abusivamente, oppure “Andate avanti che li – un posto qualsiasi – c’è tanto spazio” e magari li c’è una persona non tanto alta che da fuori è impossibile vedere.
 
È una guerra tra poveri che spesso degenera in liti furibonde, come quella della scorsa settimana dove si è arrivati alle minacce : “scendi alla prossima che ti taglio la gola”, per fortuna senza mai conseguenze.
 
Nervosismo, rabbia, frustrazione: questi sono i sentimenti dominanti sulle banchine del X Municipio di Roma.
 
Roma-Lido - la situazione a luglio 2015
La Roma-Lido nel mese di Luglio
Il mese di luglio per gli utenti della Roma-Lido è stato uno spartiacque, dopo le invasioni di binari e le sassate contro i treni, abbiamo capito che vale tutto per salire su un treno.
 
Ma poi alla chiusura delle porte tutto magicamente passa, chi è dentro si dimentica di ciò che è significato salire, delle persone spinte e calpestate, delle urla delle imprecazioni…
 
Ma la civiltà si ferma ai cancelli delle stazioni, se tutto va bene ci comportiamo come se non esistessimo che noi – vedi le ragazze incinte lasciate puntualmente in piedi – se poi c’è un minimo disagio, allora scatta la reazione animale.
 
Con tutto il rispetto degli animali.
 
Roma-Lido - fate sedere le donne incinta?


Ti è piaciuto questo post? Restiamo in contatto, Iscriviti alla newsletter “Il Treno dei Dannati.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.