mercoledì 18 novembre 2015

Come possiamo sentirci sicuri?



Metro B - Termini Foto di @cabbac

Il tema della sicurezza sta destando interesse tra gli utenti, come è giusto che sia e, dopo il primo post, sono arrivati altri comenti e opinioni. Come questo: ricevo e pubblico. La sicurezza totale è impossibile – Dobbiamo cambiare come popolo, pensando più alla collettività – Se ognuno di noi facesse il proprio dovere, secondo coscienza, e rispettasse gli altri, le cose potrebbero andare meglio.

Di Anonimo

Metro B - Foto di @TreninoBluSecondo me, dando per scontato che per prevenire attacchi terroristici devono funzionare i servizi segreti, le forze dell'ordine e la comunicazione politica internazionale, si può però prevenire o perlomeno contenere i risultati drastici di un eventuale attacco, se ognuno di noi facesse il proprio dovere, secondo coscienza, e rispettasse gli altri: in particolare, per limitare i danni, i macchinisti di treni e metro iniziassero a far regolarmente le corse, evitando così di far ammassare persone come bestie, rischiando nella migliore delle ipotesi di farle sentire male.

Sui treni viaggiano anche bambini, donne incinta  ed anziani o persone non autosufficienti, non in grado di scappare in caso di pericolo.

Si mettessero una mano sulla coscienza. Più c'è caos, disordine  ed affollamento irrazionale e più i terroristi hanno vita facile.

Non per niente attaccano nei luoghi affollati. Cosa c'è di meglio della metropolitana malfunzionante di Roma?

Quindi come possiamo sentirci sicuri? Così si gioca a favore dei terroristi! 

Dobbiamo cambiare come popolo, pensando più alla collettività!

 

Vuoi dire la tua? Commenta qui, o scrivimi a iltrenoromalido@yahoo.it.


Ti è piaciuto questo post? Restiamo in contatto, Iscriviti alla newsletter “Il Treno dei Dannati.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.