mercoledì 30 settembre 2015

Terremoto in #Atac



atac-logo-terremoto

@Il_controllore per OdisseaQuotidiana

Alla fine qualche testa doveva saltare. Era inevitabile. Alla fine il tornado Esposito ha colpito.

espositoA suon di Tweet è riuscito a fare quello che molti non sono riusciti in questi mesi. Far dimettere i dirigenti Atac. Le dimissioni sono arrivate dopo i numerosi problemi che hanno colpito il trasporto pubblico romano in queste ultime settimane, ultimo il blocco della metto A causato da un distaccamento del vano batterie di un CAF, che ha urtato contro il soffitto in galleria, ma soprattutto come dimenticare i continui problemi della Roma-Lido?

Le dimissioni del Direttore generale Francesco Micheli, aprono dei giorni interessati, dove Esposito può fare quello che vuole e soprattutto, indicare il Direttore che reputa più consono per recuperare ai danni fatti dai vecchi e soprattutto, pronto ad affrontare l'anno Santo ormai sempre più vicino. Voci di corridoio, ed è qui la notizia, fanno il nome di Luca Avarello. Per molti di voi questo nome non gli dirà nulla, per quelli più attenti alle cronache di Roma e in particolar modo dell'ATAC, questo nome invece, non risulterà nuovo.

Luca Avarello, attualmente dirigente di Agenzia Roma servizi per la Mobilità Srl (viCP-jHQ_W8AAi0jj aspettavate qualcosa di nuovo?) fu direttore trasporto pubblico nel Comune di Roma, già nel periodo aprile 1999 – dicembre 2000 per poi passare direttamente in ATAC come Direttore della Pianificazione nel periodo gennaio 2001 – dicembre 2009. Insomma, nulla di nuovo all'orizzonte.

Il nome della moglie di Avarello, esce fuori anche nel caso Parentopoli. Un'assunzione semplice, quella della moglie, almeno è quello che si legge sui giornali. Questione liquidazioni. In una recente intervista, al Il Messaggero, Esposito ha dichiarato:

«Ci sono molti dirigenti inadeguati, almeno 10 - aggiunge l’assessore - ma ci siamo resi conto che lo scioglimento dei loro contratti comporterebbe costi troppo elevati. Le risorse che abbiamo a disposizione, in questa fase economicamente difficile, vanno invece tutte investite nei servizi per i cittadini».

Come la mettiamo ora che si sono licenziati e quindi prenderanno la liquidazione che gli spetta?

Per chiudere? Ora, alle 19.30, sono 24 ore che Esposito non lancia un Tweet.

 


Ti è piaciuto questo post? Restiamo in contatto, Iscriviti alla newsletter “Il Treno dei Dannati.

Nessun commento :

.

.