domenica 27 settembre 2015

Non c’è più niente da fare…



pizap.com10.369626622181385761391641584463_thumb[3]

Come tutti voi ho letto le parole di Esposito in cui dice che per la Roma-Lido non c’è più niente da fare, ma mi è venuto un dubbio. Ho l’impressione che, per esigenze giornalistiche, le parole siano state riassunte un pò troppo. Cerco di spiegarmi: non vi dovete fermare al titolo, ma andate oltre,  lui dice “Noi abbiamo fatto quello che potevamo fare… – se la tratta non viene ristrutturata in maniera profonda continuerà a essere una croce”. Tradotto: se i soldi non ce li mette la Regione Lazio – proprietaria della linea – non ce li mette di certo il Comune di Roma, né, secondo me, un privato. Direi che questa è una provocazione più che una resa.

Da RomaPost

Nessuna soluzione per la Roma-Lido, la ferrovia più critica della Capitale. Ad ammettere di non sapere e non poter fare nulla è lo stesso assessore capitolino alla Mobilità, Stefano Esposito, dai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG Regione, con Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

“Ogni giorno un problema”. Sui ripetuti disagi della linea che porta da Roma a Ostia e che hanno da tempo portato gli utenti all’esasperazione, il responsabile ai Trasporti della giunta di Roma Capitale spiega che se la tratta “non viene ristrutturata in maniera profonda continuerà a essere una croce. Noi abbiamo fatto quello che potevamo fare, se hai una macchina vecchia o hai le risorse per cambiarla oppure balli. Per me è una grande sofferenza, è inutile che racconti di avere in mano la soluzione perché non ce l’ho. Una battaglia persa? Non lo so, sicuramente è una situazione in cui ogni giorno ci si apre un problema”.

 


Ti è piaciuto questo post? Restiamo in contatto, Iscriviti alla newsletter “Il Treno dei Dannati.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.