martedì 14 luglio 2015

#ParlaConNoi - Le mie soluzioni a questo disastro #10



Qualche giorno fa insieme ai blogger @transportroma e @treninoblu vi abbiamo invitato a leggere le nostre piccole riflessioni sul momento pessimo del trasporto pubblico a Roma - non solo Roma-Lido - e a darci le vostre di opinioni, le vostre riflessioni e le vostre idee. Le mail sono cominciate ad arrivare, non avevamo dubbi e nessuna banale; vorremmo pertanto condividerle con tutti ed aspettiamo commenti, altre idee da tutti quelli che vorranno partecipare, come in un forum artigianale. 



Vi ricordo che potete scriverci alla mail: 


Oggi eccezionalmente pubblico il post che dovrebbe essere in trasportopubblicoroma per problemi tecnici...

Ciao, ecco i miei consigli da abbonato a­nnuale 
  1. Azzeramento dei vertici, con nomina d­i nuovi e qualificati dirigenti con cont­ratto a progetto..se non raggiungono gli­ obiettivi vanno a casa e magari gli vie­ne riconosciuto solo uno stipendio di 80­0 euro mese.
  2. Iniziare a creare corsie preferenzia­li per gli autobus inizialmente solo su ­strade a più corsie (deve diventare più ­rapido spostarsi in autobus che in macch­ina
  3. Aumentare numero di corse cosi dimin­uisce affollamento ma dotare tutti gli a­utobus di controllori
Ma tanto di cosa stiamo parlando? L'atac­ è destinata solo a fallire.

Saluti e complimenti per il lavoro svolt­o

Alessio

La risposta di Simone

Caro Alessio, concordo con la tua proposta dell'azzeramento dei vertici atac, con nomina di nuovi dirigenti qualificati, e secondo me è l'unico modo per far ripartire l'azienda prossima al fallimento.
Il principale problema di Atac è l'evasione dei titoli di viaggio, e mettere controllori su bus sarebbe un ottima idea per combattere i "furbetti".

Le corse degli autobus andrebbero incrementate, e come dici tu, diventerebbe più rapido spostarsi in bus anziché in macchina. Ma questo è possibile solo se saranno aumentate anche le corsie preferenziali.

Un saluto, Simone

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.