mercoledì 15 luglio 2015

L'Atac ha licenziato 10 macchinisti, ma è vero?



Sui giornali esce la notizia del licenziamento di 10 dipendenti di Atac ed è subito giubilo popolare! I nostri problemi sono risolti e questi inutili fancazzisti, finalmente, avranno la loro giusta punizione! Qualcosa sta veramente cambiando, ora la finiranno di rompere ed altre amenità che si leggono sempre più spesso sul web.

Poi leggo meglio il comunicato Atac e cambio idea.

Sul Messaggero si parla di licenziamento quasi certo, questo messaggio ripreso da molti altri giornali e blog diventa un "li hanno già licenziati" (il testo originale comparso sul Messaggero era "prevede la sospensione immediata dal servizio e dalla retribuzione e quindi il licenziamento") ed io mi aspetto che queste persone da domani non siano più dipendenti di Atac, sul comunicato invece no, si parla di un procedimento e del fatto che la strada intrapresa da Atac potrebbe condurre anche a provvedimenti non conservativi. Ovvero licenziamento.

La differenza è proprio quel "potrebbe condurre anche", tante violazioni dei contratti collettivi possono portare al licenziamento e ricevere una lettera sanzionatoria è sicuramente il primo passo. 

Questo il comunicato dal sito Atac

A seguito della necessaria azione di monitoraggio condotta, l'azienda ha determinato di contestare comportamenti di singoli macchinisti ritenuti non coerenti con lo svolgimento ordinato del pubblico servizio. L'apertura e l´avanzamento in corso dei procedimenti disciplinari mossi nei confronti di oltre 10 dipendenti, per la gravità dei fatti contestati, potrebbe condurre anche a provvedimenti non conservativi.

L'articolo 46 del 1931 citato dal Messaggero - sempre leggi freschissime quando si parla di trasporto pubblico - parla di "allontanamento provvisorio e preventivo dal lavoro" e dalla paga (ovvero sospensione), ben differenti dall'art 45 "destituzione" (licenziamento). La differenza sta tutta qua, tra 10 giorni la sospensione di queste persone sarà finita e potranno tornare in servizio effettivo.

Trovare queste informazioni è semplicissimo: aprite Google e cercate Regio Decreto 148, vedrete che belle scoperte che farete.

Detto questo non vuol dire che tutto il procedimento non possa portare ad un licenziamento, ma oggi non è così. 

La comunicazione è tutto.

3 commenti :

Anonimo ha detto...

non e' proprio esatto. l'art.46 non dura 10gg ma fino alla decisione sulla gravita' della violazione commessa.alcuni sono piu' di 20 gg che sono senza stipendio e per non aver commesso nessun reato (come cita lo stesso art.46) e quindi l'applicazione dell'articolo e' oltremodo inappropriata e indecente.
licenziassero gli oltre 80 dirigenti.

@iltrenoromalido ha detto...

Ciao,
i miei 10 giorni erano a puro titolo esemplificativo, servivano a far riflettere sulla differenza di articolo applicato. Per la reitera di assenza ingiustificata c'è il licenziamento per giusta causa anche.
Era solo un piccolo esempio

Anonimo ha detto...

''più di 20 gg che sono senza stipendio...'' ma ogni quanti giorni lo prendono???? E che diciamo dei 900 giorni cumulati di assenza??? TUTTI A CASA !!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.