martedì 26 maggio 2015

Sondaggio: che stazione è?

Di sicuro non è il disagio peggiore che noi utenti dobbiamo subire, ma questa sciatteria è un di ciò che dobbiamo sopportare noi (e anche chi ci lavora) ogni giorno. Nessun controllo, nessuna punizione per chi trasgredisce, mezzi lasciati al loro destino in balia di chiunque. Andando avanti così resteranno al massimo i pantografi.


Indovina la stazione (SPacifico)

La prima cosa che ho pensato quando Stefano mi ha postato questa foto è stata: "Ah perché stavate in stazione?", ma poi sale l'amarezza di vedere tutto mandato al macello, tutto lasciato in uno stato di abbandono e soprattutto senza alcuna speranza di salvezza.
 
Questo non è il peggiore dei disagi che dobbiamo sopportare, ci sono treni vecchi affollati e mai in orario, condizioni di viaggio che nemmeno nel terzo mondo e parole parole, tante inutili e vuote parole...
 
Questo non è il peggiore dei disagi, ma è un indice. E' l'indice di come il tutto è gestito o non è gestito.
 
Sembra tutto lasciato al caso, i mezzi pubblici (come le stazioni e le pensiline degli autobus) ormai sono terra di nessuno, chiunque può salire (con o senza biglietto è uguale), chiunque può comportarsi come vuole, se è una bestia può gettare cose per terra (vedi anche le noccioline di ieri), non c'è nessun controllo, non c'è nessuna punizione per chi trasgredisce.
 
E questo ovviamente non sviluppa il senso civico delle persone e sicuramente non migliora le nostre condizioni di viaggio e nemmeno le condizioni di lavoro dei macchinisti. Voi lavorereste in un ambiente del genere?

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...