martedì 3 marzo 2015

L’altra faccia della maratona Roma-Ostia

“Abbiamo fatto una pessima figura internazionale” l’ennesima direi, dopo la mezza maratona Roma-Ostia, chi non è voluto rimanere imbottigliato sulla Colombo ha pensato di vivere in una città europea e ha preso i mezzi pubblici, ha preso la Roma-Lido. Non ha però fatto i conti con l’Atac ed il disservizio potenziato per i grandi eventi. Risultato malori a catena, disagi e disastri vari. Perché tutto ciò? si chiede Alessio. Semplice, perché non gliene frega un cazzo.

11044589_10206818723332848_6237172968159106927_n

Un ringraziamento sentito alla Roma-Lido per il rientro dalla Roma Ostia Half Marathon

Dopo 20 minuti di attesa che partisse da C.Colombo colma di gente già stanca di stare in piedi è partita, è partito il calvario.

Gente che si è sentita male perchè nel CAF non ci sono finestrini, ad Osta Antica dopo l'ennesima persona svenuta e le attese per la ripartenza, si sono decisi di accendere il condizionamento.

Perchè, ci siamo domandati per questo tipo di evento non hanno previsto delle corse supplementari, invece di farla riempire in tal modo?

Abbiamo fatto una pessima figura internazionale.

Fino a Vitinia 40 interminabili minuti ...non so a che ora possa essere arrivata a Piramide... che amarezza.

Alberto Alesse

Nessun commento :

.

.