sabato 24 gennaio 2015

Vertici Atac fanno sopralluogo sulla Roma-Lido

A forza di dire che siamo “insardinati” che manco le “bestie” viaggiano così, che lottiamo per avere gli stessi diritti della “galline ovaiole”, ecco qua che gli animali sono arrivati per davvero! Capre pascolano liberamente sulla linea Roma-Lido provocando disagi (ulteriori). Foto da Repubblica.it

capre

Lo so che il titolo è fuorviante, ma quando ho letto il commento di Franco, ho riso moltissimo: “La domanda sorge spontanea: era in corso un sopralluogo dei vertici aziendali sulla tratta Roma Lido? No, perché questo spiegherebbe molte cose.”

Sebbene la foto sia di ieri (23 gennaio), avvistamenti erano già stati fatti il 22 pomeriggio da axroma e debitamente registrati su Romalido StorytellingCapre sui binari della #RomaLido ! Cose che succedono solo qui...”.

Ora resta da capire come i macchinisti, già alle prese con un lavoro complicato, debbano trasformarsi in novelli mandriani, per riuscire a portare le annaspanti Carrette del Male ai rispettivi capilinea…

1 commento :

Matteo ha detto...

LIDO: SPENDI MENO E MIGLIORI IL SERVIZIO CON TUTTI TRENI NUOVI……..MA NULLA SI MUOVE

Abbiamo saputo che è stata presentata il 30 giugno 2014 una proposta spontanea di project financing da Finmeccanica per la trasformazione della Roma Lido in metropolitana di superficie ed ancora oggi non c’è stata la pubblica utilità per un’opera che ha tutto per esserlo.

La proposta prevede: fornitura di tutti nuovi treni di ultima generazione, rinnovo completo delle stazioni con copertura delle banchine scoperte, sistemi informativi (panneli informativi e altoparlanti) in tutte le stazioni, aumento della sicurezza con telecamere TVCC e tornelli anti frode, remotizzazione dei controlli e dei comandi di ascensori e scale mobili controllate da telecamere senza necessità di agente dedicato, nuovi cavi di trasmissione in fibra ottica lungo linea, Wifi in tutte le stazioni, nuove sottostazioni di trazione e potenziamento delle esistenti con distacco dalla linea B, segnalamento di ultima generazione radio che consente frequenze fino a 90’’, rinnovo completo dei binari arrivati alla fine della vita utile, gestione con modello e procedure delle metropolitane. Tutto quello che potevamo desiderare!!!

L’investimento complessivo è di circa 530M€ di cui 230M€ di fondi pubblici (Regione, Stato, Fondi europei, Mutui Cassa depositi e prestiti, eventuali fondi previsti per le infrastrutture dello Stadio di calcio della Roma 60-70M€) e i restanti 300M€ di fondi privati.

Con questo progetto la Regione risparmierebbe, rispetto alla spesa attuale per la Lido, fino a 30M€ all’anno per i primi 4 anni e successivamente, con l’aumento delle frequenze continuerebbe a risparmiare circa 10M€ sempre rispetto alla spesa storica attuale.

Quindi oltre ad avere una linea completamente nuova, funzionante e con caratteristiche di metropolitana che ridarebbe dignità ai 450.000 residenti della zone, oltre a risolvere il problema, irrisolvibile tecnicamente con il prolungamento della linea B, del sistema di trasporto per l’area del presunto stadio della Roma calcio, consentirebbe, tra l’altro, un risparmio evidente per la Regione che finalmente farebbe qualcosa di veramente utile e innovativo.

Ma allora perché non si va avanti e velocemente ????!!!!!

Purtroppo questo sogno dei pendolari, diventato realtà, sta fermo alla Regione forse perché mancante di cubature edilizie o altro che fanno l’interesse dei pochi e non della comunità.

Nel frattempo la Regione delibera finanziamenti per opere che sicuramente hanno priorità inferiore a quella della Lido quali la Strada a scorrimento veloce tra i Monti Cimini, la super strada Orte-Civitavecchia, i treni regionali (da cui esclude inspiegabilmente la Roma Lido (prima linea per trasportati nel Lazio) oppure la ferrovia Roma Viterbo che come importanza e priorità è di gran lunga secondaria per numero di passeggeri trasportati all’anno: 8 milioni di passeggeri contro i 26 milioni della Lido.

Insomma sembra esserci tutto ma nulla si muove. Perché?!?

.

.