venerdì 28 novembre 2014

7 proposte per la metro di Roma

Scene di ordinaria Roma-LidoPoco prima dell’intervento di ieri a Radio Roma Capitale, ho ricevuto questo tweet di @SindacodiRomait, che mi chiedeva di menzionare la proposta di “Parlare anche di trasformare la Roma Lido in diramazione della linea B”. Chi ha sentito il nostro intervento, sa che abbiamo avuto poco tempo di parlare, ma mi sono voluto documentare: intanto SindacodiRoma.it è un portale che “Il sito che propone soluzioni utili per il Sindaco di Roma - E' l'ora di passare dalla denuncia di ciò che non va, alle proposte per migliorare ciò che potrebbe andare! Questo è un profilo non Istituzionale”. Ci sono proposte su Roma su tutti gli argomenti. Ed io queste proposte sul trasporto metropolitano le ho guardate e le voglio condividere con voi. Che ne pensate?

Il servizio metropolitano di Roma, uno dei meno diffusi tra tutte le Capitali mondiali, può contare su soli 42 km di linee attive (linea A e B) più 20 km della costruenda linea C di prossima apertura (ovviamente il post è di qualche tempo fa).
Chiaramente il numero di km risulta del tutto insufficiente, tuttavia per il breve periodo non si proporrà di incrementarne ulteriormente il tracciato in quanto i costi sarebbero eccessivi ed i tempi biblici.
La linea C, attualmente finanziata per arrivare fino a piazza Venezia nel 2020, è costata ad oggi 5 miliardi di Euro ed è stata pensata oltre 20 anni fa.
Questo dimostra chiaramente che c'è necessità di adottare soluzioni più "smart" per migliorare il servizio su rotaia.

In ogni caso, su alcuni punti è necessario intervenire subito:

  • Trasformare la linea Roma Lido in un diramazione della metro B
  • Frequenza dei treni negli orari di punta almeno pari a 3 minuti
  • Frequenza massima negli orari notturni 8 minuti
  • Prolungamento dell'orario di funzionamento il venerdì ed il sabato, fino alle 2 di notte
  • Abbonamento annuale valido nelle principali capitali europee, previo accordi con gli altri sindaci
  • Abbonamento gratuito per i giovani che frequentano le scuole, fino a 18 anni
  • Togliere Radio e TV dalle stazioni metropolitane

La mia opinione è che alcune di queste siano, non solo condivisibili, ma anche facilmente “accoglibili”, altre invece, data la scarsità di risorse e gli investimenti che richiederebbero, siano di difficile attuazione nel breve periodo.

2 commenti :

Anonimo ha detto...

Invece di sperperare le poche risorse x i prolungamenti ven/sab inutili (visto che dopo le 21 le metro viaggiano vuote)non sarebbe meglio concentrare gli sforzi aumentando la frequenza negli orari lavoro/scuola?

Anonimo ha detto...

Un'idea a cui avevo pensato da un po' sarebbe quella di far costruire le nuove stazioni, o di far ristrutturare quelle esistenti, da aziende private che poi manterrebbero il diritto di dare il proprio nome alla fermata per un certo tempo. Per fare un esempio: non si trovano i soldi per fare la fermata a Piazza Venezia? Affidiamo la costruzione alla Coca Cola, che pagherà i lavori e poi per magari 10 anni avrà il diritto di chiamare la stazione Venezia-Coca Cola. Sicuramente sarebbe costruita in tempi più celeri e con meno "magnaccioni" ad ingrassare!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.