martedì 28 ottobre 2014

Atac: Pillole di Piano Industriale...

Seconda puntata nel meraviglioso Piano Industriale 2015-2019 di Atac, se ti fossi per caso perso la prima parte, mi raccomando corri subitoa leggerla, non fartela scappare.
 
Il fulcro centrale del Piano industriale Atac, pare essere il generare flussi di cassa tali da poter avviare un percorso di autofinanziamento per un progressivo rinnovo della flotta. Questo piano prevede un primo biennio di razionalizzazioni e risanamento, per poi sviluppare e crescere...
 
A questo punto la domanda viene quasi da se, spontanea: Ma da dove Atac pensa di prendere questi soldi? Riassumendo al massimo le voci che circolano in questi giorni, si possono sintetizzare (o meglio ipotizzare) i seguenti punti:
 
  • manovra tariffaria sugli abbonamenti – e questo lo abbiamo già detto
  • gestione della sosta a pagamento (+20.000 posti offerti, come da PGTU)
  • gestione del procedimento sanzioni codice della strada
  • gestione su affidamento della Regione Lazio delle 3 ferrovie regionali – Si sta ridefinendo con la regione un corrispettivo per la gestione delle tre separatamente
  • lotta all’evasione – qui l’azione è “il presidio del territorio” ed aumento dei controllori
 
Basterà? O forse, come ho letto in qualche commento, l'unica cosa di tangibile che noi utenti vedremo, sarà l'aumento delle tariffe?

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.