venerdì 12 settembre 2014

#RassegnatiStampa: Piove sul bagnato...

Su questa storia vergognosa ho già espresso il mio parere da cialtrone quale sono, qui un articolo di Affari Italiani e di Roma Post che invece sono sicuramente più attendibili...

Da: Affari Italiani

"Morìa” di treni sulla Roma-Lido. L'Atac non si fida e apre un'inchiesta

Altro che perturbazione numero 2 di settembre, record di fine estate di caduta dei fulmini. A fermare la Roma-Lido, lo speciale treno per Yuma che unisce Ostia e l'entroterra a Roma, ci hanno pensato i guasti. Uno dietro l'altro tre convogli non sono usciti dai depositi a causa dei guasti.

Ma l'Atac sospetta che dietro la serie di motrici che fanno le bizze si possa nascondere altro. Per questo, dopo l'avvio disastroso del servizio del mattino, ha emesso un comunicato che suona come un monito: “Il servizio della Roma-Lido di stamane è risultato rallentato sulla linea e ha generato diversi disagi a causa della minore disponibilità di materiale rotabile, determinata dalla decisione di alcuni macchinisti di "scartare" tre treni per ipotizzati guasti”.

Quindi il sospetto: “Atac ha attivato un'indagine interna per accertare lo stato effettivo del materiale rotabile, e, se del caso attivare procedimenti disciplinari qualora dovessero emergere responsabilità”.

In conclusione le solite chiacchiere che difficilmente potranno placare l'ira dei pendolari già
provati dalla pioggia che ha allagato buona parte delle strade di Ostia e dell'entroterra: “Nello scusarsi per il disagio, causato quindi non solo dal maltempo, Atac conferma il proprio impegno e determinazione per fornire un servizio adeguato alle necessità e aspettative dell'utenza, andando ad incidere su tutti i fronti, sia tecnici che gestionali, per eliminare qualsiasi causa, interna ed esterna, che possa minare il livello di qualità delle prestazioni”.

Da segnalare l'immagine interna di un treno con una passeggera costretta ad aprire l'ombrello per ripararsi dalla pioggia che entrava da un finestrino rotto.

L'immagine è di odisseaquotidiana.blogspot.it

Da RomaPost

Fuori piove e il treno della Roma-Lido si allaga. La legge non scritta ormai ha fatto giurisprudenza. E le testimonianze dei pendolari non mancano. Luca, su You Tube, pubblica un video di stamani: acqua a catinelle nel vagone. La gente si stringe e lascia il corridoio vuoto. Bisogna accontentarsi, dopotutto siamo nel 2014.

Rabbia e satira.

La gente è stufa. E l'esasperazione, a differenza del trenino, corre veloce. Eppure, nel tam tam che rimbalza tra foto e sfoghi, c'è chi dirotta la propria bile sulla satira. E in questi casi arriva puntuale @iltrenoromalido: in una foto compare il sindaco Marino che tiene in mano il famoso cartello con scritto 'Daje'. A questo si accompagna un poco augurante #statesereni. Nel mezzo la realtà, ovvero una donna che per ripararsi dall'acqua tiene aperto l'ombrello dentro il vagone.

Indagine interna.

"Il servizio della Roma-Lido di stamane è risultato rallentato sulla linea e ha generato diversi disagi a
causa della minore disponibilità di materiale rotabile, determinata dalla decisione di alcuni macchinisti di "scartare" tre treni per ipotizzati guasti". Questo il comunicato di Atac che "ha attivato un'indagine interna per accertare lo stato effettivo del materiale rotabile, e, se del caso attivare procedimenti disciplinari qualora dovessero emergere responsabilità. Nello scusarsi per il disagio, causato quindi non solo dal maltempo, Atac conferma il proprio impegno e determinazione per fornire un servizio adeguato alle necessità e aspettative dell'utenza, andando ad incidere su tutti i fronti, sia tecnici che gestionali, per eliminare qualsiasi causa, interna ed esterna, che possa minare il livello di qualità delle prestazioni".

Ai passeggeri della Roma-Lido, visti i soliti chiari di luna, andrebbero bene anche delle prestazioni occasionali

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...