sabato 30 agosto 2014

Caro strisce blu, vi conviene prendere l'autobus

L'attesa per un autobus Atac
Foto di @SantamariAngelo del 30/8
Così non si incentiva il ricorso ai mezzi pubblici, così si massacra una città. 

Da qualche parte ho sentito dire a Marino (o Improta) che l'aumento dei parcheggi (di 50 centesimi l'ora) serviva anche per disincentivare l'uso dell'auto propria e favorire l'uso dei mezzi pubblici.

Per poter fare una cosa del genere, in un paese normale, dovresti migliorare e di molto il servizio pubblico, invece qui si tassa l'esistente con l'unico scopo di fare cassa.

Cito ad esempio l'articolo di Roma Today, che contiene lo sfogo di un'infermiera che lavora al Bambin Gesù e che abita in Zona Portuense, questo estratto parla del percorso che la signora farebbe cosi mezzi:

[...] Se Marta decidesse di prendere i mezzi pubblici? "Con i turni di notte è impensabile, e comunque non lo prendo mai perché la mia zona è collegata malissimo". Come darle torto. La giovane abita in via Pieve Fosciana, tra Eur e Portuense, e per arrivare alla sede del nosocomio dove lavora, in piazza Sant'Onofrio
Foto di @chiaraxlan
poco distante da Villa Pamphili, ci metterebbe dai 52 minuti a un'ora, cambiando due autobus che passano ogni 20 minuti. Un viaggio della speranza, che se hai l'auto, forse, provi a evitare. “


Il resto dell'articolo da Roma Today (Caro strisce blu: "Io infermeria precaria, da 70 a 240 euro di sosta al mese")

Senza contare la qualità dei mezzi pubblici che Atac, cioè il Comune di Roma (lo stesso che ha aumentato il costo del parcheggio), mette a disposizione...


Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.