mercoledì 19 febbraio 2014

Su Zingaretti e la #RomaLido

L’anno scorso il Governatore della Regione Lazio, con una lettera, aveva preso impegni concreti per tamponare le falle (nell’immediato) e rilanciare (in un secondo momento) la nostra cara RomaLido –Partendo di ciò che ha scritto, vediamo come è realmente andata – Secondo voi?

459-0-20130917_141426_DCFA98AD

Tempo fa, poco dopo il suo insediamento, il Governatore del Lazio Zingaretti aveva preso carta e penna ed aveva risposto ad una richiesta del Comitato Acilia Sud sull’annosa questione della Roma-Lido, vi ricordate? No? Eccola qui

Riassumendo aveva promesso di:

1. Iniziare un dialogo con Roma Capitale per la cessione della proprietà della linea

2. Sblocco dei finanziamenti disponibili per le Stazioni

3. Accellerare tutto ciò che è necessario per l’immissione in servizio dei treni MA 200

Nello specifico vorrei ricordare alcuni passaggi della lettera, che, alla luce degli accadimenti, mi sembrano molto importanti, in particolare vorrei analizzare le seguenti frasi:

“l’obiettivo di immetterne in servizio almeno 8 (MA200) nei prossimi 12 mesi”

Allora, la lettera è del Marzo 2013 e direi che di treno non se ne è visto nemmeno 1 piccolo piccolo, direi che questo obiettivo non è stato rispettato.

“In ragione di ciò, potremo ripristinare un servizio regolare ed avere frequenze nelle ore di punta attestate sui 9 minuti, e nel corso del 2014 sui 7 minuti”

Avendo mancato il precedente, direi che anche questo secondo obiettivo non è stato raggiunto, anzi I tempi mi sembrano aumentati…

“L’azione di sblocco dei finanziamenti disponibili consentirà inoltre di accelerare la realizzazione della nuova fermata di Acilia Sud e il rifacimento di quella di Tor Di Valle” “mi sembra ragionevole quantomeno ridurre a 18 mesi i tempi di realizzazione delle stesse attualmente previste in 24 mesi”

Su questo per ora, ci siamo, gli annunci sono stati fatti, per la realizzazione aspettiamo, adesso si parla di 3 anni per Acilia Sud ma diciamo che questo obiettivo è stato raggiunto.

“Per quanto riguarda il sistema di elettrificazione e di segnalamento, e dell’indispensabile completamento delle attività finalizzate alla realizzazione delle nuove sottostazioni elettriche, certamente mi impegno ad accelerare tutto ciò che è necessario affinché in tempi coerenti con l’immissione in servizio dei treni MA 200 sia possibile garantire la regolarità del servizio e l’aumento delle frequenze”

Qui chiederei il parere agli esperti, ma a quanto ne so di sottostazioni elettriche non se ne sono viste

Infine vorrei porre l’attenzione su una frase con cui Zingaretti ha iniziato la sua lettera, questa:

“Nel breve periodo, mi impegno per superare gli atteggiamenti inutilmente dilatori che hanno caratterizzato fin qui il lavoro della Regione, che malgrado i finanziamenti disponibili, non ha fatto fino in fondo il suo dovere per utilizzarli come doveva”

Ecco, io non so se questi atteggiamenti dilatori siano stati del tutto superati, nè se i finannziamenti disponibili siano stati messi in campo, ma di certo so quello che è successo la scorsa settimana in Regione è un brutto segnale, molto brutto…

Se non lo sapete o non ve lo ricordate, ecco la cronaca.

Lontano da me il voler criticare l’operato del Governatore, ritengo che mettere mano alla Roma-Lido (in particolare) non sia una cosa semplice, detto ciò però non posso ignorare il fatto che una lettera scritta fuori dal contesto della campagna elettorale, possa ingenerare speranze in chi la legge, che, alla luce degli accadimenti sucessivi, si sono rivelate prive di fondamento.

Ma sono sicuro che il Governatore ne è perfettamente a conoscenza…

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.