martedì 11 febbraio 2014

Giugno il caldo è il nostro nemico

#RomaLido: Benvenuti all’inferno! 38 gradi e sentirli tutti – Dalle bocchette, invece che l’aria condizionata, esce aria calda – Utenti “Liquesi” e finestrini sigillati, rotti o “incollati” dal caldo – Stranamente il pubblico pagante e vittima di malori (in media uno a treno) – E l’estate è appena all’inizio…

hammam

Per rivedere Gennaio, Febbraio, Marzo e Aprile e Maggio

Da Fare_Fiumicino

Ed eccoci arrivati a Giugno.

Oltre al primo caldo sole estivo cosa ci porterà il treno Roma-Lido?

L’inferno a quanto pare.
Lunedi 17 giugno è uno dei più caldi giorni del mese: è in arrivo un’ondata di caldo che investirà tutta la penisola e porterà le temperature fino a 38°.

E proprio lunedi 17 il treno delle ore 13.15 che partiva da Piramide per Ostia ha avuto grossi problemi che hanno trasformato il treno letteralmente in un forno.

IMG_20130712_082919I vagoni sono strapieni di gente che si reca al mare o torna da lavoro e improvvisamente dai bocchettoni dell’aria condizionata è iniziato a uscire aria calda, anzi, aria bollente.

Sotto il sole cocente e dentro vecchi vagoni malconci i poveri pendolari provano quindi a fare l’unica cosa che possono fare, aprire i finestrini. Peccato che molti di essi siano bloccati e alcuni addirittura incollati (come possono testimoniare molti utenti della Roma-Lido).

Non resta altro che sperare che il viaggio sia il più breve possibile per non incorrere in malori. Malori che purtroppo hanno invece colpito alcuni passeggeri, tra cui una donna che nel frattempo è svenuta per il caldo asfissiante.

“Siamo delle pecore: dovremmo indignarci ed esigere un trattamento dignitoso invece di subire e di viaggiare peggio che se fossimo su un carro bestiame” ha commentato la donna soccorsa dal proprio compagno.

E i disagi non finiscono qui, nei giorni successivi ancora segnalazioni di aria fecciadelmalecondizionata non funzionante quando purtroppo non c’è fuoriuscita di aria calda dai bocchettoni. E quando questo accade nei vecchi treni pendolari e turisti possono anche cercare di aprire i finestrini per cercare un pò di refrigerio.

Ma quando si viaggia all’interno dei nuovi sfavillanti treni CAF diventa tutto più complicato e la situazione si fa “bollente”: non essendo dotati di finestrini questi treni diventano dei veri e propri forni e negli orari di punta si rischia concretamente di sentirsi male per il caldo asfissiante all’interno dei vagoni.

Il mese di Giugno termina con un fatto di cronaca: un uomo in stato di ubriachezza si getta tra i binari della stazione San Paolo, batte la testa ma fortunatamente viene subito soccorso senza riportare ferite gravi. Il problema però si ripercuote sugli utenti del Roma-Lido: il servizio rimane non attivo lungo la tratta Magliana-Piramide ed è possibile utilizzare solo la linea B della metropolitana.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...