lunedì 20 gennaio 2014

Benvenuto a Gennaro Maranzano

Un altro capolavoro per far parlare (male) di #Atac - è stato nominato Gennaro Maranzano a capo della gestione delle metropolitane A, B, la Roma-Lido, solo che il suddetto è indagato per omicidio colposo plurimo per due casi, il secondo dei quali riguarda l’incidente di ottobre 2006 alla stazione di Vittorio Emanuele, dove morì Alessandra Lisi 30 anni – Il problema non è la capacità, ma l’opporunità e togliendomi da ogni polemica politica (per cui strumentale) mi chiedo a chi giovi tutto ciò: voler pensare male non è che più nella merda è Atac è minore è il suo valore sul mercato (privato)?

pizap.com10.400942089036107061384009812906

Il silenzio può essere dei saggi, ma non è questo il caso.

Cerchiamo di non confondere fatti ed opinioni, allora i fatti:

giornale“Il consiglio di amministrazione della società dei trasporti ha infatti approvato giovedì alcune modifiche nell’organizzazione. In particolare, la gestione delle metropolitane è stata divisa in due: da una parte la linea C, la Roma-Giardinetti e Roma-Viterbo; dall’altra le metro A, B, la Roma-Lido e le manutenzioni.

A capo di quest’ultima, è stato nominato Gennaro Maranzano, ex direttore d’esercizio di Met.Ro e – come riporta oggi Il Corriere della Sera – licenziato dal centrodestra nel 2010 per essere poi reintegrato dal centrosinistra, dopo una sentenza del giudice, lo scorso settembre”. Da http://www.romacapitalenews.com/ e Corriere della Sera

Ora il problema è che costui è un pò indagato per omicidio colposo plurimo e disastro ferroviario per un paio di avvenimenti che sicuramente ricorderete (almeno uno dei due):

1. Incidente di Pian Paradiso, Civita Castellana, del 2003: morirono un macchinista e il capotreno, per cui è stato condannato in primo grado a 3 anni e 6 mesi (Fonte Corriere)

2. Incidente di ottobre 2006 alla stazione della metro A di Vittorio Emanuele: due treni di scontrarono, una giovane ricercatrice morì (Alessandra Lisi di 30 anni, ricordate?) e ci furono 235 passeggeri feriti. In questo caso, l’accusa è «disastro ferroviario, omicidio colposo e lesioni» ed è stato rinviato a giudizio. (Fonte Corriere)

Ora, lascio alla vostra lettura giornali di partiti più o meno vicini al Sindaco o all’Assessore (che non ne sapeva niente) ed anche perchè Broggi rompendo il suo ormai proberbiale silenzio, mi ha fatto rimpiangere i bei momenti in cui stava zitto:“I due casi sono molto diversi. La vicenda di Maranzano l’abbiamo ponderata e valutata. È un dirigente stimato, che potrà migliorare la gestione di Atac. Rispettiamo una sentenza del tribunale, collocandolo non come direttore d’esercizio ma come responsabile di un’area”(Fonte Corriere)…

Come dicevo vi lascio leggere dai giornali le verità che preferite, anzi cerco di non entrare nel merito del lavoro della persona, in quanto ne capisco poco e, da ciò che mi è stato riferito è realmente molto capace, ma il problema è l’opportunità di metterlo in quella casella, era meglio un incompetente incensurato che fare sto casino a pochi giorni da una cosa simile in AMA.

La domanda delle domande: A chi giova? Chi fa più brutta figura nella vicenda? La risposta è semplice, a meno di non voler pensare male e riflettere che più nella merda è Atac è minore è il suo valore sul mercato (privato)…

Saluti

 

P.S. come si sarà capito (spero!!!) non ho nulla contro l’Ing. Maranzano, la mia è solo una polemica sull’opportunità, a lui personalmente auguro buon lavoro, anche e sopratutto nel mio interesse di pendolare.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.

.