giovedì 14 novembre 2013

Ogni maledetto sciopero

Avrei una domanda per tutti i macchinisti e gli autisti che ieri non si sono presentati al lavoro: "Scusate, le palle dove le avete lasciate!!!" - Vi insegno una cosa, visto che forse non avete studiato la Storia: Lo sciopero è un momento di meravigliosa manifestazione di disagio collettivo, di protesta e di lotta per la difesa dei propri diritti di lavoratori. - C'è gente che per farvi fare un giorno di vacanza pagato (da noi) c'ha rimesso anche la vita, non siete degni di rispetto - dei vertici sindacali non parlo, non sanno cosa voglia dire lavorare...

Foto di ArmonicoSabba

Lo Statuto dei Lavoratori del 1970 sancisce, oltre a tante altre cose, il diritto allo sciopero, per ottenere questa legge che governa il mondo del lavoro, ci sono state lotte che voi non potete nemmeno immaginare, qualcuno ci ha rimesso la salute, qualcun altro la vita.

Il risultato dopo più di quarantanni è semplicemente desolante, il giorno di sciopero è stato trattato come una giornata di ricreazione, avete trasformato un momento di meravigliosa manifestazione di disagio collettivo, di protesta e di lotta per la difesa dei propri diritti di lavoratori in una cosa orrenda e senza orgoglio.
Lo sciopero è quel momento in cui il singolo trae forza da una collettività che ha i suoi stessi fini, per combattere tutti insieme contro un nemico comune e grazie a questa collettività che riesce a vincere.

Voi così non vincerete mai, siete deprimenti, il vostro nemico comune ride di voi e di noi, impegnati a combatterci come i capponi di Renzo (cfr. I Promessi Sposi), non avete diritto ad avere ragione, l'avete perso prendendovi un giorno di libertà, perchè nessuno può dirmi che le scene di stamattina erano Normale Servizio.

Normale un cazzo! 

Vi siete messi in malattia per far dire ai vertici dei sindacati che "cazzo abbiamo bloccato Roma", no avete fatto girare le palle solo alle persone che al lavoro ci dovevano andare, ai dipendenti, come me, che comunque non rischiavano nulla, ma soprattutto al mondo dei collaboratori e partite iva mascherate, che se non lavorano, non guadagnano. E sul treno che ho preso io c'era gente che si disperava e piangeva per la vostra protesta, mentre voi, in orario di lavoro, eravate chissà dove.

Dei vertici sindacali non parlo, parlo solo di chi stimo... e poi non hanno idea di cosa voglia dire lavorare, ma voi si, perchè su quel cazzo di autobus domani ci sarete di nuovo e le persone le sentite anche voi...

Testimonianze a NinfoAtac

Ore 9 comicia lo sciopero... ah comincia ora? #atac

I disservizi sono iniziati prima dell'orario previsto (vedi i miei RT prima delle 9

Sciopero dalle 9 alle 13. Non è ancora cominciato e il popolo romano segnala disagi e @infoatac non risponde.

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...